Utente 124XXX
Buongiorno.
Premetto che ho appuntamento domani sera con il mio dottore per richiedere l'holter che mi è stata consigliata ieri al pronto soccorso.
Il mio problema è che soffro da 20 anni di extrasistole. Ho 37 anni. Gli eventi sono normalmente sporadici ed in aumento con stress e caldo. Ho una lunga esperienza di attacchi di panico (per i quali sono stato in terapia psicologica), e di ansia, che ogni tanto si ropresenta.
Per tali motivi non ho mai approfondito il problema extrasistole, che ho sempre avvomunato alle mie ansie.
Negli ultimi 3 mesi le ectrasistoole si sono intensificate.
Ma chiedo un consulto per rassicurarmi in attesa dell'holter, in merito a quanto mi è accaduto ieri.
Stavo leggendo un libro, in apparente tranquillitá, quanfo ho sentito il classico colpetto al cuore. Come da cattiva abitudine ho portato la mano al petto.
Una cosa che faccio sempre. Ma per la prima volta in 20 anni, sono caduto preda del terrore. In pratica non sentivo più battito. Io sono un soggetto magro, e il mio cuore è facilmente udibile. Invece, potrei giurarlo, non sentivo battito. Ho sentito una tremenda sensazione in testa, mi sono alzato, ho messo le dita sulla gola e niente. In quel momento mi sono convinto, con assoluta certezza, che il cuore fosse fermo. Ero nel mio negozio e a piccoli passi mi sono diretto all'uscita, pensando che sarei svenuto. Appena giunto sull'uscio ho finalmente avvertito il battito, al petto.
Il tutto sará durato oltre 5 secondi.
Mi sono fatto accompagnare al pronto soccorso, dove, prima all'accoglienza, e poi in cardiologia, dove mi hanno assicurato che il cuore NON SI PUÓ FERMARE.
Hanno dunque attribuito la mia sensazione alle ectrasistole e all'agitazione. Agitazione che peró, tengo a precisare, mi è sopraggiunta dopo il fatto.
Sono stato sottoposto a elettrocardiogramma, e ad esami del sangue, dove tutto è risultato normale, non avendo avuto nessuna ectrasistole in quel preciso momento. La dottoressa mi ha quindi dato 10 gocce di ansiolin e mi ha suggerito, appunto, l'holter, che a questo punto ho tutte le intenzioni di fare.
Nel frattempo la mia domanda è questa: è davvero impossibile che il cuore smetta di battere per 5 - 7 secondi e poi riprenda a battere? I dottori mi hanno detto che avrei perso conoscenza. Ma dopo quanto si perde conoscenza in casi del genere?
È possibile che dopo 20 anno mi sia sbagliato e per oltre 5 secondo non abbia sentito il battito del mio cuore?
Vi ringrazio di cuore dell'attenzione e delle risposte che mi auguro di leggere.

Saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ugo Miraglia
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Penso si tratti di una crisi di panico, la sua valutazione della supposta pausa è assolutamente soggettiva e non attendibile. Si fidi di quello che le hanno detto i colleghi del PS ed esegua l'holter per studiare meglio il fenomeno. Cari saluti
[#2] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Dopo ogni extrasistole c è spesso una pausa compensatoria, ma è raro che questa giunga. 5-7 secondi,
Molto spesso invece che in un ritmo bigemino e cioè un battito normale, un extrasistle e poi una latro battito normale e così via, il paziente non possa avvertire il battito prematuro ( extrasistole) e che riesca a percepire solo i battiti normali, avendo quindi la percezione di una frequenza cardiaca pari esattamente alla meta della frequenza effettiva.
Attenda di fare l Holter con tranquillità.
Arrivederci
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#3] dopo  
Utente 124XXX

Iscritto dal 2009
Grzie dottori, per la risposta e per la cortesia. Quindi a livello di casistica si puó escludere che un cuore si fermi nel modo in cui ho raccontato?
Un ultima domanda: dovendo partire tra 15 giorni, e ritrovandoci poi ad agosto.. Posso partire tranquillo. La mia intenzione è prenotare l'holter prima di partire, ma temo che qui a roma i tempi siano un pó lunghi.
Grazie ancora e cordiali saluti.
[#4] dopo  
Utente 124XXX

Iscritto dal 2009
Scusate se metto alla prova la vostra pazienza, ma forse per tranquillizzarmi davvero mi servirebbe sapere quanto segue:
Cosa succederebbe a un individuo il cui cuore dovesse fermarsi, come ho creduto stesse capitando a me? Ieri mi è stato detto che si perderebbe conoscenza. Ma questo avverrebbe in che tempistica? Immediatamente?
Grazie ancora.
[#5] dopo  
Dr. Ugo Miraglia
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Quando il cuore si ferma si perde conoscenza, per cui presumo che nel suo caso non si sia fermato...
[#6] dopo  
Utente 124XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno, gentili dottori. Un piccolo aggiornamento.
Ho prenotato l'holter e come immaginavo si va per le lunghe. 12 ottobre.
Secondo voi, dopo quanto ho raccontato sopra, posso stare tranquillo senza approfondire dovendo aspettare 3 mesi, con le vacanze di mezzo?
Il mio medico di famiglia non mi ha rassicurato granchè. Anzi, ha sembrato dare credito al mio racconto dell'arresto del battito.
Invece, in rete leggo che tra i rischi delle extrasistole è contemplata la tachicardia e altre forme di aritmie.
Quello che non riesco a capire é: tra i rischi delle extrasistole è contemplato un arresto del battito di oltre 5 secondi?
Scusate l'insistenza ma davvero è incredibile che non sia consentito di capire le cose.
[#7] dopo  
Utente 124XXX

Iscritto dal 2009
Buonasera, dottori.
Martedì ho la visita dal cardiologo in attesa dell'holter ancora lontano.
Oggi ho molte extrasistole. Continuo ad avvertire la sensazione terribile di pause anomale in concomitanza con Ogni extrasistole.
Quanto puó durare questa cosiddetta pausa, prima del ritorno al battito normale? Io continuo a sentire pause di secondi. È normale? È pericoloso? È il caso che mi rechi di nuovo al pronto soccorso?
Vi prego di rispondermi. Grazie.
[#8] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Guardi lei non deve più andare al PS per queste cose banali. Le extrasistoli hanno tutte una pausa chiamata pausa di compenso.
Quindi o si tranquillizza o penso che lei non abbia bisogno di un altro specialista che non sia cardiologo
Con questo la saluto
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#9] dopo  
Utente 124XXX

Iscritto dal 2009
Bunasera, gentili dottori. Approfitto ancora della vostra esperienza e pazienza.
Intanto ho effettuato l'ecocardiocolordoppler e sono molto più tranquillo da qualche giorno, anche se andró avanti con l'holter 24 ore.
Dall'eco è risultato tutto assolutamente nella norma.
Tuttavia stadera è accaduta una cosa che adesso mi mette un pó paura. Erano le 18, avevo appena chiuso il mio negozio che si è presentato un dolore lancinante al petto. Al bar vicino mi hanno visto e, preoccupati mi hanno fatto sedere.
Il dolore lo avvertivo forte, pungente, in corrispondezza di ogni inspirazione, che quindi mi sforzavo di non fare profondo. A chi era preoccupato spiegavo che conosco questo misterioso disturbo.
A volte mi veniva da ragazzino.
Nel giro di 2 o 3 lunghi minuti è infatti accaduto quel che ricordavo. Sforzandomi nonostante i dolori fortissimi, di fare respiri profondi sento come un TAC. Lo sento proprio. E questo fa sparire completamente il dolore. Da quel momento sono tornato a respirare normalmente e senza dolori. Anche ai miei amici pareva strano e non volevano farmi tornare a casa da solo.
Dopo ció ho avuto un leggero indolenzimento poi sparito.
Quello che vorrei sapere è se siete a conoscenza di un disturbo che da questi sintomi.
E soprattutto se, visto l'ecocardiocolordoppler negativo posso stare tranquillo per il cuore. Soprattutto perchè sono completamente solo in città.
Spero ci sia ualcuno in linea.
Grazie per l'attenzione. Cordiali saluti.
[#10] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il odolore che lei riferisce, cosi' sensibile agli atti del respiro, e' tipicamente NON cardiaco.
Se dovesse eprsistere informi il suo medico il quale verifichera' la opportunita di una Rx del torace.
Arrivederci
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#11] dopo  
Utente 124XXX

Iscritto dal 2009
Grazie, dottore, per la disponibilità e rapidità. Certo, che la salute è strana. Proprio ora che sto superando paure che mi portavo dietro da anni, si ripresenta questo sintomo che seppur saltuariamente, mi si presentava davvero pì di 20 anni fa.
Grazie di nuovo, e buona sera.