Utente 904XXX
Illustrissimo.Dottore,

A mio cognato 64 il prossimo nobìvembre, circa due anni fa gli è stato riscontrato l'extrasistole, avrebbe dovuto fare una gastroscopia (che non ha fatto ancora) per escludere un reflusso esofageo ; un cardiologo gli ha detto che non è grave, gli ha prescriito una cura, eliminare il caffè (non ha mai fumato) . Martedì 10 luglio si è sottoposto ad una scintigrafia il cui esito è:

" L' esame scentigrafico è suggestivo di ischemia miocardica in corrispondenza della parete infero-laterale ". Il cardiologo gli ha ordinato di fare la coronografia .

Mio cognato non ha mai avvertito nulla tranne tempo fa ciò che comporta l'exstrasistole, è un tipo molto attivo nonostante riposa la notte dalle 4 alle 5 ore ; le analisi a cui si è sottoposto ha i seguenti valori:

- colesterolo totale 188 (130-230) ;
- colesterolo HDL 67
- colesterolo LDL 110

- trigliceridi 57 (75-175)

Ciò che Le chiedo e sapere cosa rischia , se l'ischemia possa rientrare con una cura farmacologica o assolutamente deve sottoporsi alla coronografia . Grazie .
















































































Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La giovane eta' del paziente consiglia l' esecuzione di una coronarografia, se il test da sforzo, come parrebbe, avesse dato esito positivo per ischemia da sforzo.
cordilmente
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 904XXX

Iscritto dal 2008
Ill.mo Dr. Cecchini,


prima di tutto grazie per avermi risposto subito. Ho saputo che hanno prenotato la coronarografia e eappena sarà effettuata Le riscriverò il referto così potrà anche rispondere alle domande che Le ho posto la settimana scorsa.

Intanto posso chiederLE in base alla Sua esperienza, cosa può provocare un'ischemia miocardica e quali sono le le conseguenze ? Grazie.



[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
di solitol'ischemia miocardica da sforzo e' dovuta ad un restringimento di una o più' coronarie, legata alla presenza di placche arteriosclerotiche. Se queste venissero evidenziate, nella stessa seduta si può' tentare un'angioplastica coronarica.
Arrivederci
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#4] dopo  
Utente 904XXX

Iscritto dal 2008
Ill.mo Dott.Cecchini,

ho saputo ieri pomeriggio che Lunedì 23 luglio è stata prenotata la coronarografia e mi scusi se Le faccio questa domanda; l' ischemia miocardica da sforzo è stata rilevata per lo sforzo fatto col tipo di accertamento a cui è stato sottoposto mio cognato, perchè mia sorella mi ha detto che la frequenza cardiaca di mio cognato e anche delle sue sorelle è bassa di solito 50-55, in questi giorni addirittura 45.


Questo tipo di esame è pericoloso . Grazie e a risentirci:

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La coronarografia , essendo un esame invasivo, ha dei rischgi , seppur modesti ed in mani esperte pressoche' trascurabili, ma non pari a zero
Cordiualmente
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#6] dopo  
Utente 904XXX

Iscritto dal 2008
Ill.mo Dott.Cecchini,

è proprio quello che teme mio cognato, perchè lui nonostante la diagnosi avuta dalla scintigrafia dice che si sente bene e non avverte nulla.

La ringrazio del tempo dedicatomi e Le scriverò la settimana prossima appena eseguito questo esame. Buon lavoro.