Utente 223XXX
Buongiorno, mia moglia nell'Ottobre del 2011 è stata sottoposta ad intervente di angioplastica con applicazione di uno stent. Attualmente prende una bustina al giorno di cardirene 75, molto probabilmente dovrà subire una biopsia alla vescica, Le hanno detto che dovrà sospendere il cardirene una settimana prima dell'intervento. Chiedo si può sospendere il cardirene, o sostituirlo con punture tipo fragmin?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Sua moglie assume un farmaco, il Cardirene, che svolge un'azione di tipo antiaggregante piastrinico, importante per prevenire la riocclusione dello stent applicato con l'angioplastica. Il Fragmin, invece, è Dalteparina sodica e svolge un'azione di tipo anticoagulante, differente da quella del cardirene e dagli scopi per i quali quest'ultimo è stato prescritto. Quindi per eseguire la biopsia alla vescica occorrerà sospendere il cardirene, se questo è stato deciso dal collega che dovrà eseguirla, e non bisogna sostituirlo con anticoagulanti come l'eparina. Sicuramente poi dopo la biopsia il Cardirene và ripreso, generalmente dopo pochi giorni (ma per i tempi di attesa è preferibile chiedere al collega che eseguirà la biopsia).
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 223XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio per la tempestiva risposta