Utente 237XXX
salve dottori,
allora ho il battito accelerato da almeno un paio di settimane, tanto accelerato che delle volte devo fermarmi e cercare di calmarmi. per esempio lo sento quando mi alzo da una sedia per spostarmi da un luogo all'altro, o quando sto molto in piedi che comincio a stare a disagio. inoltre in questi giorni ho un esame integrativo al liceo e devo andare domani dopodomani e inoltre sono andato già stamttina. già ieri sera nel letto avevo come la sensazione di sentire il battito come un colpo secco, un paio di volte e era accelerato inoltre a pancia in giù, mi ero accorto di avere una sensazione di indolenzimento direi dallo stomaco al petto che poi è passato dopo che io, preso dallo spavento, sono letteralmente saltato in piedi...
il battito lo avverto inoltre alla scapola, parte superiore a destra e allo stomaco; poi delle volte sento come un peso affianco allo sterno e fastidio sempre vicino allo sterno. infine ho una sensazione difficile da defnire, come se per qualche momento avessi il petto vuoto, un vuoto proprio infatti al petto. c'è da dire che io sto sempre a contrarre il diaframma, nn so se c'entra. sono ansioso e forse l'esame, unito a una festa che mi creava molta agitazione per la mia fobia sociale e di cui ho parlato nel consulto precedente, il tutto affiancato al fatto che ho un'altra festa venerdi che comunque mi crea tensione, insomma tutto questo porta questi problemi. o almeno credo... inoltre una domanda: spesso mi capitano questi periodi di battito acclerato , io ho fatto le visite un anno fa piu o meno, dico il fatto che il battito sia sempre accelerato nn crea problemi?? (terrei molto alla risposta a questa domanda, perchè nn mi è mai chiaro...)

grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Il battito accelerato che ha non "crea problemi", ma lo stato ansioso che lo determina si....forse ha sbagliato a scrivere il post...credo che lei abbia più bisogno di uno psicologo che non di un cardiologo...mi creda.
Cordialità