Utente 259XXX
Sono un ragazzo di circa vent'anni e ho recentemente avuto problemi di erezione. Nello specifico, dopo una vita sessula normale, ho cominciato a soffrire della difficoltà a mantenere l'erezione e ora a raggiungerla. E' la prima volta che mi succede. Per la precisione, è comunciato qualche settimana fa con la mia ragazza, realizzandosi in una difficoltà a mantenere l'erezione, nonostante nelle ore precedenti avessi già fatto l'amore più volte con leia. La sera sono dovuto partire e, tornato dopo una settimana, ho reincontrato la mia partner: dopo una iniziale difficoltà identica a quella già provata non ho avuto più problemi di alcun tipo per tre giorni. Il quarto però il problema è ritornato e oggi (il quinto) ho notato un'assenza vera e propria di erezioni in tutta la giornata, sia in petting con la mia partner che per autostimolazione. Vorrei sapere se si tratta di un problema psicologico e fisico e quale può essere la terapia. Ringrazio in anticipo lo staff.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

da questa postazione difficile darle una risposta corretta e precisa.

La sua età e le poche cose che ci racconta potrebbero suggerirci un problema legato ad una recente ansia da prestazione.

Da qui comunque non è possibile "sparare" facili diagnosi.

Senta ora il suo andrologo di riferimento che speriamo alla sua età lei già conosca.

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-trattamento-disfunzione-erettile-de.html .

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 259XXX

Iscritto dal 2012
Quindi lei consiglia di rivolgermi direttamente ad un medico (confesso di non avere il MIO andrologo e dal tono della sua risposta ritengo non sia una buona cosa...)?
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

senza drammi ma come spesso ripeto da questo sito e vista la sua giovane età, approfitti di questi "disturbi-malesseri" e non sicurezze, per conoscere finalmente, se non ancora fatto, il suo andrologo di fiducia.

Impari dalle sue compagne e dalle donne che la circondano che sicuramente, alla sua età, già conoscono il loro o la loro ginecologa.

Un cordiale saluto.