Utente 259XXX
Salve a tutti, volevo chiedere la vostra opinione riguardo una ferita che mi sono provocato qualche giorno fa, in quanto sono molto preoccupato per l'evolversi della stessa. Circa una settimana fa ero al mare, ho fatto un bagno e ancora bagnato sulla spiaggia ho notato di avere una sorta di bolla, simile a un brufolo, sulla pancia. Dopo qualche minuto trascorso a tentare di schiacciare la bolla mi sono reso conto che al di sotto di essa sentivo una zona dura; convinto che non si trattava di un brufolo ho smesso di metterci mano. A distanza di un paio di giorni la ferita è iniziata a diventare scura e pensando che stesse guarendo non l'ho toccata. Poi mi sono reso conto che non stava guarendo affatto e ho tolto una specie di crosta molle che si era formata su di essa. Alla fine mi sono convinto che stesse prendendo infezione e a conferma di ciò mi è salita la febbre sui 38.8, 39. Ho consultato il medico che mi ha detto che molto probabilmente la febbre è dovuta proprio all'infezione e oltre ad un'antibiotico mi ha consigliato di continuare a disinfettare la ferita e applicarci su Menaderm Crema. Il problema è che appena la pulisco con acqua ossigenata il colore nero scompare e lascia il posto ad un rosa giallino a macchie diciamo...poi con o senza l'applicazione della pomata, dopo circa un'ora inizia ad assumere di nuovo il suo colore nerastro.
E quindi in sostanza quello che mi chiedo è:
Perchè dopo un pò diventa nera? E quanto tempo occorre prima che la ferita guarisca?

Spero di essere stato abbastanza chiaro da ottenere una risposta.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Carlo Mattozzi
28% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentile utente, per darle delle indicazioni precise sarebbe necessario valutare direttamente il suo quadro clinico. La condizione da lei descritta potrebbe corrispondere a diverse patologie dermatologiche: ectima? foruncolo? puntura di invertebrato? Il colorito nerastro potrebbe essere dovuta alla necrosi del tessuto ed alla formazione di un'escara. Rivaluti il suo quadro con il collega che l'ha presa in carico.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 259XXX

Iscritto dal 2012
Grazie Dottore per la veloce risposta. Si in effetti ho continuato a chiedere il parere medico e mi sono rivolto al pronto soccorso di una clinica presso il mio paese. Con tranquillità il medico che mi ha visitato ha riconfermato la necrosi e l'infezione e mi ha semplicemente disinfettato la ferita con tintura di iodio e medicato, consigliandomi di ripetere l'operazione ogni due giorni. Ho continuato la cura antibiotica prescritta, terminata proprio ieri, e ad oggi la febbre è scomparsa e la ferita, per quanto nera, è meno arrossata e gonfia, di conseguenza meno dolorante. Spero che continuando a disinfettare e medicare scompaia anche il brutto colore che la ferita presenta.
Grazie ancora.

Cordiali Saluti
[#3] dopo  
Dr. Carlo Mattozzi
28% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2008
Di nulla!
Saluti