Utente 176XXX
Salve a tutti.
Sono una donna che ha sempre perso molti capelli, ma il ricambio c'è sempre stato, però da settembre 2011 ho notato un incremento della quantità dei capelli caduti che non è mai calata e ad oggi si inizia ad intravedere il cuoio capelluto, in quanto la ricrescita è molto inferiore.
Nella mia famiglia non ci sono donne che soffrono di alopecia.
Io ho avuto una gravidanza che si è conclusa nel marzo 2009, non ho allattato ed ora sto assumendo la pillola Harmonet.
Da dicembre 2009 ho iniziato a perdere peso pur senza seguire particolari regimi dietetici o aver cambiato le mie abitudini di vita (tra l'altro sono molto pigra) e da 76kg, nel giro di un anno (a gennaio 2011) sono arrivata a perderne ben 14.
C'è da dire anche che sono abbastanza stressata...
A settembre 2010, impensierita dal calo ponderale ho eseguito alcune analisi ematochimiche, comprensive dei valori tiroidei ed è risultato tutto nella norma.
Chiedevo quindi, può essere il calo ponderale (seppur verificatosi un anno prima) causa della perdita di capelli?
Proprio oggi sono andata a consulto da una Vs collega dermatologa e lei lo considera molto probabile, unito al fatto che nel dicembre 2010 e poi a maggio 2011 ho effettuato dei trattamenti dal parrucchiere che mi erano stati spacciati "di ricostruzione del capello" ma proprio recentemente ho scoperto essere stata usata della forma aldeide e infatti ho notato che la perdita consistente ha avuto inizio 3 mesi dopo il secondo trattamento.
La dermatologa che mi ha visitata ha definito la mia condizione di "defluvium cronico" e mi ha prescritto:
Olux schiuma 1 volta al dì per 10gg perchè ho il cuoio capelluto arrossato (io non l'avevo notato e non ho prurito o fastidi);
in seguito proseguire con MINOXIDIL 5% 1ml al dì, 5 gg a settimana, per 6 mesi (ma non va messo TUTTI i gg e in 2 applicazioni?);
assumere BIOMINERAL-ONE per 3 mesi;
lavare i capelli con ASATEX.
Può essere un buon piano di cura?
Posso sperare di risolvere e un giorno interrompere le cure o quel "cronico" è già di per sè una condanna?
Rivedrò la specialista tra 6 mesi.

Grazie dell'attenzione, cordiali saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Gentilissima,

Benché "perdere i capelli" per noi dermatologi significa molte possibilità (dalla calvizie a vari tipi di alopecie areate, a malattie immunologiche e autoimmunitarie e da qui non possiamo ipotizzare molto) lei sta ben facendo il suo ruolo di paziente, essendosi rivolta ad uno specialista in dermatologia. Segua tutti i suoi dettami ed abbia fiducia nella collega.

Carissimi saluti.