Utente 224XXX
Buongiorno Dottori. Se avete accesso al mio profilo sicuramente potrete vedere che ho già scritto un post ieri su un problema (credo al livello ansioso) che riguarda l'aspetto della respirazione.
Qui invece voglio chiedervi un consulto sulla mia situazione linguale (pur partendo dal presupposto che senza vedere di persona è difficile).
In pratica è circa 1 mese e 10 giorni che si formano sulla lingua dei cerchi rossi (bordati di bianco). Tutto è iniziato in concomitanza con un periodo particolarmente stressante. La prima lesione si è estesa partendo dall'apice della lingua e prendendo i primi 3-4 cm della parte destra del dorso della lingua. All'interno tale lesione si presentava "lucida" con alcune papille ipetrofiche arrossate.
Inoltre ho notato delle escrescenze (bilaterali) sul margine laterale nella parte posteriore della lingua (il medico di base mi ha detto che sono le tonsille linguali). Questa lesione abbastanza grande ci ha messo circa 12-13 giorni a guarire del tutto ma contemporaneamente ne sono apparse altre in altre zone (compreso il lato sinistro della lingua). All'interno di queste aree inoltre si vengono a formare degli "spacchi" indolori e non sanguinanti. Facendo tirocinio in un reparto di dermatologia sono stato visitato da due specializzandi dermatologi ed entrambi, dopo aver visto le lesioni mi hanno detto che era glossite. Il secondo specializzando inoltre mi ha prescritto Mycostatin perchè sulla lingua ho una patina bianca. Da li poi ho iniziato ad avere i miei "soliti" problemi con i reflussi (sensazione di nodo in gola, "acidità" di stomaco). Premetto che la lesione grande (tra l'altro totalmente superficiale) guarisce del tutto, sta normale per qualche giorno e poi si ripresenta. Recentemente sono stato dal mio medico di base. Spiegando il problema mi ha voluto esaminare la lingua con l'abbassalingua controllando lati e dorso (il tutto è durato circa 1 minuto) , mi ha fatto fare il tampone (risultato negativo) e viste le tonsille gonfie mi ha palpato i linfonodi cervicali (senza rintracciarli) . Ora volevo sapere innanzi tutto se realmente si tratta di glossite o addirittura di glossite migrante benigna e poi volevo sapere (nel limite delle possibilità umane) se con un quadro descritto devo stare tranquillo o mi devo preoccupare. Grazie mille per le risposte. Arrivederci.

PS: sono ansioso, molto ansioso, probabilmente ipocondriaco

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca
40% attività
16% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Da come ha descritto sia le lesioni che il loro decorso potrebbe trattarsi di lingua a carta geografica (glossite migrante), patologia infiammatoria cronica a decorso benigno. Per cui può stare tranquillo, le uniche cose fastidiose sono l'aspetto estetico della lingua e il senso di bruciore, durante la fase acuta, quando si assumono cibi acidi o troppo caldi.
Si ricordi di avere una buona igiene orale e nella fase di riacutizzazione può utilizzare un colluttorio tipo Jalma o similari.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 224XXX

Iscritto dal 2011
Grazie mille per la risposta dottore. Io in realtà ero preoccupato principalmente per il fatto che la lesione grande si ripresenta sempre più o meno sulla stessa zona. Ad ogni modo io per una questione di sicurezza (dal momento che comunque resta impossibile fare diagnosi a distanza) ho fissato una visita dall'otorino.
Le vorrei porre soltanto un'altra domanda. Ma se fosse glossite migrante la causa è sempre patologica oppure c'è una componente ansiosa?
Grazie mille. Poi se vorrà la terrò aggiornata dopo la visita. Arrivederci e grazie di nuovo.
[#3] dopo  
Dr. Cataldo Palomba
44% attività
8% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
per approfondire sulla Lingua a carta geografica o Glossite migrante benigna può leggere questo articolo
http://www.medicitalia.it/minforma/Odontoiatria-e-odontostomatologia/306/La-lingua-a-carta-geografica-o-Glossite-Migrante-Benigna
Cordiali Saluti