Utente 111XXX
Buongiorno,
premetto che a mia madre è stato asportato tre anni fa un tumore alla colecisti, e l'oncologo con cui è in cura ci ha detto di effettuare una ulteriore tac con mezzo di contrasto per verificare la parte in quanto ha dei linfonodi ingrossati. Precedentemente ha sempre effettuato queste tac annuali, ma ora eseguendo le analisi del sangue e dal protidogramma risultano dei valori alti:

Albumina 52,3% - 3,97 g/dL
Alfa1 4,3% - 0,33 g/dL
Alfa2 9,9% - 0,75 g/dL
Beta1 5,3% - 0,40 g/dL
Beta2 3,3% - 0,25 g/dL
Gamma 24,9% - 1,89 g/dL
Rappoto A/G 1,10

Nel commento risulta Ipergammaglobulinemia policlonale
Vorrei sapere se con questi valori può effettuare la tac o meno in quanto mi hanno detto che i valori del Gamma sono alti e può essere rischioso.
Grazie per eventuali risposte.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
258319

Cancellato nel 2012
Buongiorno, l' ipergammaglobulinemia policlonale non rappresenta assolutamente una controndicazione alla somministrazione di mdc iodati in TC. In passato veniva considerata una controindicazione la gammopatia monoclonale ed il mieloma multiplo; solo in quest'ultimo caso occorre assicurare un`idratazione adeguata al paziente.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
Grazie Dr. Lera,
quindi possiamo stare tranquilli allora, come mai, però, alcuni radiologi vedendo i valori gamma alti "storcono" per così dire la bocca dicendo che essendo alti sconsigliano di effettuare una tac con contrasto? vedo poi, da analisi anche precedenti, che ogni laboratorio di analisi ha delle divergenze sui valori di riferimento.
Mercoledì la debbo portare, verificheremo cosa dirà il dottore che dovrà eseguire la tac.
La ringrazio ancora per la cortese risposta.
[#3] dopo  
258319

Cancellato nel 2012
Buongiorno, ammetto che c'e' una inammissibile disinformazione relativamente alla questione che Lei ha posto, soprattutto da parte di radiologi di vecchio stampo e non aggiornati. Basta leggere comunque il bugiardino dei mezzi di contrasto iodati attualmente in commercio per la TC per confermare oggettivamente che non esistono piu' tra le controindicazioni alterazioni del tracciato elettroforetico. Le uniche controindicazioni assolute sono l'insufficienza renale cronica, l'ipertiroidismo non trattato, l'allergia comprovata al mezzo di contrasto iodato o a composti iodati, l'assenza di giustificazione clinica. Esistono inoltre altre controindicazioni relative che non comprendono ripeto anomalie elettroforetiche. Cordiali saluti. Buona giornata.