Utente 118XXX
Salve ho 19 anni e ho notato che quando sto a riposo, molto spesso sento il battito un po accelerato. Me ne accorgo quando mi sdraio sul letto o sul divano, in quei momenti li. Ormai sarà un mese che va avanti cosi.
Tutto è iniziato quando ho iniziato a prendere l'ossibutinina cloridrato verso giugno e come effetti collaterali mi aveva dato questo problema. Io vivendo in emilia l'avevo associato sopratutto al terremoto perché ho iniziato a ridosso di quei momenti anche perchè piu passavano i giorni e l'effetto svaniva. A un certo punto ho deciso di smettere con l'o.c me questo problema è rimasto. Cosa potrebbe essere?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ugo Miraglia
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Ha provato a parlarne con uno psicoterapeuta ?
[#2] dopo  
Utente 118XXX

Iscritto dal 2009
No volevo andare a sentire dal mio medico martedi che è di turno, in attesa ho chiesto qui. Io praticamente soffro di iperidrosi quindi per questo avevo provato l'o.c e tempo fa il medico mi aveva dato tipo un ansiolitico per vedere che effetto faceva e come effetto collaterale mi aveva dato una forta tachicardia e quindi ho smesso. Poi io uso la ionoforesi per l'iperidrosi e per un tot di giorni risolvo cosi il problema quindi non credo sia questione di ansia. L' o.c mi aveva dato un effetto simile alla tachicardia, piu che altro sono palpitazioni che sento in varie parti del corpo sopratutto alle braccia o alla testa ma come ho detto piu passavano i giorni e piu l'effetto svaniva anche se era rimasto leggermente. Pensavo che smettendo con l'o.c scomparisse del tutto come era successo quando avevo smesso con l'ansiolitco e invece ho notato che questo problema in modo leggero è rimasto. Quindi non so se c'è qualche problema o meno.