Utente 259XXX
Buonasera,

Sono una ragazza di 30 anni e ho deciso di sottopormi a delle sedute di pressoterapia per una questione estetica ed alleviare la ritenzione idrica delle gambe. Ho sempre le caviglie gonfie, sopratutto d'estate.
Il mio dubbio è che, nel centro estetico dove la realizzo, la macchina di pressoterapia ha un ciclo d'aria che gonfia in senso descendente, cioè dalla parte alta delle coscie per arrivare alle caviglie.
Secondo voi questo metodo è corretto? Ci potrebbero essere problemi per la circolazione?
Grazie in anticipo
[#1] dopo  
Dr. Dario Graziano
44% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2010
Francamente non conosco nello specifico il macchinario di cui parla. In genere, tuttavia, è più indicato il contrario dal momento che i liquidi extracellulari devono essere convogliati verso la radice dell'arto non verso il piede.
cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Riccardo Giordano
24% attività
8% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,
personalmente utilizzo, per le mie pazienti, dei programmi di pressoterapia sequenziale che prevedono il gonfiaggio progressivo dei settori del macchinario in senso ascendente (dalla pianta del piede con spremitura della suola venosa di Lejars sino alla base della coscia). Sinceramente non conosco il razionale scientifico dell'utilizzo della pressoterapia con la progressione inversa da lei descritta.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Gent. utente,

esistono programmi o settaggi che possono simulare meccanicamente un DLM (drenaggio linfatico manuale) secondo Vodder.

In questo caso la compressione (cosiddetto "sblocco linfatico") ha inizio nei settori corrispondenti alle stazioni linfoghiandolari addominale ed inguinale e, successivamente, si avrà la compressione della coscia favorendo la riduzione dei liquidi ritenuti in quel distretto dell'arto inferiore.
La fase successiva continua con la compressione della cavità poplitea e regione malleolare e, successivamente, si avrà la compressione del piede, caviglia e gamba.

Questa metodica ha un razionale scientifico e idrodinamico (come per qualsiasi programma di pressoterapia) solo se viene impostato l'apparecchio sui valori pressori arteriosi della paziente... .

Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Utente 259XXX

Iscritto dal 2012
Ringrazio davvero tutti e due per la vostra gentile e pronta risposta.
Quindi dovrei sospendere le sedute o meglio esigere al centro di adeguarsi agli standard dei programmi di pressoterapia?
Cordiali Saluti

[#5] dopo  
Dr. Riccardo Giordano
24% attività
8% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2009
Ritengo possa semplicemente chiedere informazioni al centro sul tipo di programma utilizzato e sul suo meccanismo d'azione, e magari verificare se l'impostazione dell'apparecchio sia regolata o meno sui suoi valori pressori arteriosi.
Saluti
[#6] dopo  
Utente 259XXX

Iscritto dal 2012
Grazie a tutti quanti, molto gentili.
Scusi Dr.Serafino Pietro Marcolongo, ma dalla sua riposta non riesco a capire se il movimento descritto nella mia domanda inzialle, dall'inguine verso la caviglia, è corretto o scorretto o hai come scopo quello di ridurre il gonfiore alle gambe.
D'altra parte mi sembra che tutti i colleghi non ritengano soddisfacente né benefico questo tipo di movimento dall'alto verso il basso.

Cordiali saluti e
Grazie ancora a tutti.
[#7] dopo  
Utente 259XXX

Iscritto dal 2012
Grazie a tutti quanti, molto gentili.
Scusi Dr.Serafino Pietro Marcolongo, ma dalla sua riposta non riesco a capire se il movimento descritto nella mia domanda inzialle, dall'inguine verso la caviglia, è corretto o scorretto o hai come scopo quello di ridurre il gonfiore alle gambe.
D'altra parte mi sembra che tutti i colleghi non ritengano soddisfacente né benefico questo tipo di movimento dall'alto verso il basso.

Cordiali saluti e
Grazie ancora a tutti.
[#8] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Gent. utente,

evidentemente non sono stato molto chiaro nella mia esposizione...e mi scuso.

Premesso che:

- un massaggio drenante può essere effettuato meccanicamente (pressoterapia) o manualmente (massoterapia) da personale qualificato;

- tutti i "pressomassaggiatori" o "pressodrenatori" intervengono meccanicamente sul circolo venosolinfatico con compressioni standard o personalizzate, mentre le metodiche di massaggio drenante sono diverse;

- tra queste metodiche, il linfodrenaggio manuale (DLM) secondo Vodder è il più utilizzato in campo clinico ed estetico e prevede PRIMA lo sblocco delle stazioni linfoghiandolari a partire da quelle maggiori e in senso cranio-caudale (discendente) e, successivamente, l'azione massaggiante drenante in direzione ascendente.

Passo al Suo dubbio.

(..)Il mio dubbio è che, nel centro estetico dove la realizzo, la macchina di pressoterapia ha un ciclo d'aria che gonfia in senso descendente, cioè dalla parte alta delle coscie per arrivare alle caviglie.(..)

Come già detto nel precedente post, "esistono programmi o settaggi che possono simulare meccanicamente un DLM (drenaggio linfatico manuale) secondo Vodder"; quindi, se il centro estetico a cui si è rivolta utilizza un pressomassaggiatore che simuli il massaggio di cui sopra...l'azione benefica idrodinamica sulla circolazione è favorevole, purchè le compressioni dei vari settori siano rapportate ai valori della Sua pressione arteriosa che deve essere misurata poco prima della seduta.

Nel caso in cui l'azione di compressione sia diretta e ininterrota in senso discendente e/o non sia stata controllata la Sua pressione arteriosa, il trattamento non solo è inutile ma potrebbe favorire danni al sistema valvolare venoso.

Con l'auspicio di aver minimamente chiarito il mio pensiero su un argomento squisitamente di "fisica dei fluidi", resto a Sua disposizione per ulteriori ed eventuali chiarimenti.

Cordialmente.


[#9] dopo  
Utente 259XXX

Iscritto dal 2012
Grazie per la sua spiegazione, adesso è molto più chiaro.

Posso solo dirle che l'azione di compressione in senso discendente è sequenziale ma non mi hanno mai misurato la pressione arteriosa.
Chiederò pertanto che si adeguino alla soluzione da Lei proposta e gli avvertirò del possibile danno alla salute di tante donne che so che realizzano lo stesso trattamento.

Grazie infinite
[#10] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
(..)Chiederò pertanto che si adeguino alla soluzione da Lei proposta(..)

Risulterà difficile se non impossibile assecondare la Sua legittima richiesta per il semplice motivo che in un comune centro estetico i pressomassaggiatori o pressodrenatori utilizzabili non sono...professionali!

In questi casi, l'azione di compressione standard per tutti gli utilizzatori avviene azionando, automaticamente e semplicemente, il pulsantino on-off...

Comunque, grazie a Lei per aver postato un quesito spero utile alle nostre migliaia di utenti...e non!

Cordiali saluti.
[#11] dopo  
Utente 259XXX

Iscritto dal 2012
In ogni caso ritengo leggittimo usufruire di un servizio per il quale ho pagato, in condizione ottime, e non addirittura col il rischio per la mia salute e quella di tante donne che lo frequentano.

Ringrazio nuovamente tutti i dottori per la pazienza e la gentilezza dimostrata.
Cordiali saluti