Utente 250XXX
Salve,
mio padre (62 anni) tre mesi fa ha avuto un infarto miocardico acuto; gli sono stati applicati 4 stents metallici medicati in corrispondenza di 3 coronarie (1+1+2). Una volta dimesso, gli sono stati prescritti i seguenti farmaci: DUOPLAVIN 75 mg/100 mg, CARVEDILOLO 6.25 mg, TORVAST 80 mg, IDROCLOROTIAZIDE 25 mg, TRIATEC 5 mg. A causa di fiacchezza fisica persistente e diarrea acuta, il medico ha optato di abbassare il dosaggio di TORVAST a 20 mg (dopo 2 mesi dalla dimissione) ottenendo qualche beneficio fisico (la diarrea è diminuita ma non del tutto scomparsa). Inoltre, dopo la dimissione è stata riscontrata una leggera anemia (dai referti ematici). Tale status è stato riscontrato anche nelle successive analisi del sangue (eseguite a distanza di un mese l'una dall'altra) in modo più accentuato: in altre parole l'emoglobina è passata da un valore di 12.6 g/dl alla dimissione, a 11.10 g/dl dopo un mese e infine a 10.00 g/dl dopo poco più di due mesi. Le riporto anche gli ultimi valori sballati delle ultime analisi:
- globuli rossi: 3.56 milioni/mmc (4.50-5.50)
- emoglobina: 10.00 g/dl (14-18)
- ematocrito: 31.30% (42-50)
- sideremia: 22 ug/dl (59-158)
- ferritina: 6 ng/ml (30-400)

Inoltre il test della ricerca di sangue occulto nelle feci è risultato positivo in tutti e tre i campioni.
Faccio presente che mio padre non è mai stato anemico in vita sua e non ha mai avuto perdite ematiche. I problemi sono emersi quando ha iniziato la terapia farmacologica post-angioplastica. Nonostante abbia avuto un passato "gastroenterico" brutto (circa 20 anni fa) contraddistinto da un'aggressiva ulcera gastrica, la cardiologa ha detto che la doppia terapia antiaggregante piastrinica non può assolutamente essere sospesa o sostituita. E' possibile che i farmaci (specialmente la terapia antiaggregante) siano la causa di un'anemia? Ed eventualmente come suggerisce di procedere.. Mi piacerebbe sentire, se possibile, il parere anche di differenti specialisti in materia.
Cordialmente, ringrazio.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ugo Miraglia
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Prima di tutto cercherei di accertare la causa dell'anemizzazione con una gastroscopia. Poi si decide cosa fare con gli antiaggreganti...
[#2] dopo  
Utente 250XXX

Iscritto dal 2012
Nel frattempo che si esegua l'accertamento endoscopico è possibile reintegrare del ferro con qualche integratore/farmaco o questo elettrolita interferisce con qualche farmaco della terapia sopra descritta?