Utente 620XXX
Gentili Dottori Vi ringranzio in anticipo per le vostre cortesi risposte.

Ho 22 anni e l'11 maggio 2005 ho effettuato il primo spermiogramma + spermiocoltura, causa varicocele di terzo grado (e molto grosso) con reflusso ....

Aspetto: Torbido
Colore: Bianco-grigiastro
Coagulo: Presente
Viscosità: Normale
Volume: 4,6 ml
pH: 8,0

Numero nemaspermi: Rari e immobili
Motilità all'emissione: 0
Motilità dopo 2 ore: 0
Motilità dopo 4 ore: 0

Leucociti: 4-6
Emazie: 10-15
Cellule Epiteliali: Rare

Indice di Page- Holding: 0
TUTTE LE ALTRI VOCI : 0
Esame colturale: Tutto negativo.....

Naturalmente questo spermiogramma fu un disastro totale, forse per la coincidenza del febbrone che ebbi il 6 marzo 2005 (piu' di 38.5 di febbre) dovute alle placche che curai con 4 giorni di antibiotico amoxcillina....

Comunque il 7 giugno (dopo quasi 25 giorni dal primo spermiogramma), periodo in cui mi trovavo molto stressato, depresso, e il desiderio sessuale era diminuito di molto, anzi non mi eccitavo piu'. (mentre prima tutto normale, mi masturbavo anche due volte al giorno diverse volte la settimana...)
HO effettuato il dosaggio degli ormoni e il secondo spermiogramma su centrifugato in un centro specializzato e nei migliori dei modi....

Liquefazione (minuti): 15
Volume(ml): 2.9
Viscosità: normale
Tipo: Completa
Ph: 8.1
Cristalli: assenti

Concentrazione (M/ml): 2.800.000
N. tot. Spz: 8.120.000
Concentrazione Cell. Rotonde (/ml): 180.000
Detriti: Molti
Batteri: Discreti
Leucoscreen (%): 20% l.germinale - 80% leucociti
Leucociti/ml: 144.000

Motilità (%)
a)professione rapida lineare: dopo 15 minuti =0, dopo 60=0
b)progressione lineare lenta, non linerare: dopo 15 minuti= 36, dopo 60=31
c)motilità non progressiva: dopo 15 minuti= 38, dopo 60=33
d)immobili: dopo 15 minuti= 26, dopo 60=36

Vitalità (%)
Vivi: 80
Morti: 20


Morfologia(%)
F.normali: 26
An.testa:40
An. pezzo intermedio: 5
An. coda: 6
Forme miste: 18


Rispetto al primo qualcosa è stato trovato, ho notato che il volume è diminuito, da 4,6 del primo spermiogramma a 2,9, sicuramente dovuto al calo del testosterone, visto che in quel periodo non mi veniva voglia.....

Il dosaggio degli ormoni l'ho fatti presso un normale laboratorio d'analisi, alle ore 10.30, facendo passare circa 3 ore dopo essermi svegliato....


ORMONE FOLLICOLOSTIMOLANTE: 15.30 (2.0 - 10.0)
ALFA-1-FETOPROTEINA: 0.16 (0.00 - 12.00)
PROLATTINA: 15.53 (4.0 - 12.0)
ORMONE LUTEINIZZANTE: 8.71 (3.0 - 12.0)
TESTOSTERONE: 2.06 (3.0 - 10.0)

FIBROSI CISTICA: ASSENTE
MICRODELEZIONE Y: ASSENTE


Credo che il Testosterone sia basso per lo stress che ho affrontato in quel periodo e fumavo anche molto....[adesso ho smesso completamente di fumare!!!]

Dopo di chè sono stato operato con il metodo della scleroembolizzazione di varicocele...
Il radiologo interventista mi disse che era molto grosso, infatti mi hanno iniettato molto farmaco....

Ho notato, anche, che prima il testicolo Sx era molto piu' caldo rispetto al destro, adesso, dopo che mi hanno tolto il varicocele, la temperatura è quasi o uguale a quella del destro...
Anche lo sperma, prima il mio sperma sembrava infuocato... adesso la sua temperatura risulta più abbassata di qualche grado....

Che esami dovrebbe farmi fare il mio andrologo,(ho prenotato la seconda visita e devo fargli vedere l'esito del 2° spermiogromma, ormoni e genetica)... durante la prima non mi ha fatto neanche un ecografia...,(mi ha palpato soltanto i testicoli...quella del varicocele me l'ha fatta il radiologo)
Non dovrebbe farmi un ecografia completa, non dovrebe comtrollare eventuali problemi alla prostata?

Potrebbe prescrivermi cure, prima di aspettare i risultati del terzo spermiogramma, dopo i tre mesi dall'intervento?


Grazie di tutto

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Caro lettore 6201,

mi sembrerebbe corretto effettuare un ulteriore esame del liquido seminale per consentire allo specialista che la segue di capire se sia opportuno prescriverele qualche terapia di "supporto" o se siano sufficienti i miglioramenti naturali
Cari saluti
[#2] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
il Suo è un caso complesso che merita molta attenzione.
Il Suo Andrologo di fiducia sarà perfettamente in grado di gestire la situazione. E' ovvio che, a parte i frequenti controlli del liquido seminale, occoreranno ulteriori accertamenti di laboratorio (attenti e scrupolosi dosaggi ormonali) e indagini strumentali (ecotomografia vescico-prostatica per via transrettale, ecografia testicolare, ecocolor dopller dei vasi spermatici).
Segua le indicazioni del Suo medico di fiducia.
Auguri per una rapida risoluzione del Suo problema.
Cordiali saluti.
Prof. Giovanni MARTINO