Utente 174XXX
Salve, volevo porvi una domanda.
Ho avuto un intervento in anestesia generale, io non so come sia potuto accadere, ma mi sono accorta dell'intubazione! infatti con il braccio destro, cercavo di far capire ai dottori che ero sveglia.. Mi chiamavano per nome, ma la voce non mi usciva. Poi mi sono addormentata. Al momento dell'estubazione, stesso problema : ero sveglia ma non riuscivo a parlare, e sempre con lo stesso braccio cercavo di far capire, indicavo il tubo che ancora avevo in gola. Loro mi dicevano : se non rispondi non ti posso togliere il tubo,devi stare cosciente!
Ho iniziato a vomitare, loro aspiravano solo... Finalmente poi mi hanno estubata.
Un'esperienza che non auguro a nessuno! possibile mai che succeda questo? cioè che si proceda in questo modo?
Ho avuti altri interventi in anestesia generale, ma nessun problema a parte solo il fastidio alla gola per qualche ora.Ora mi sto preoccupando molto perchè venerdi devo avere un altro intervento sempre in a. generale.
Vi ringrazio moltissimo.
Saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile utente buon giorno, un piano superficiale di anestesia ( dovuto a tantissimi motivi) può provocare quanto racconta. Tuttavia questo si può verificare nella fase di risveglio, mentre nella fase di intubazione se il paziente non è profondo è praticamente impossibile procedere all'intubazione. Ma lei ha sentito il tubo entrare in gola o ricorda solo di aver avuto sentore della sua presenza in gola? E' sicura della distanza temporale tra i due eventi? Chiedo questo perchè mi sembra strano che si possa essere verificata tale lucidità.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 174XXX

Iscritto dal 2010
si sono sicura e ricordo perfino il colore del tubo e di quella specie di "anello" sul tubo !!! lo sentivo anche scendere in gola ma ero come paralizzata ! solo con il braccio destro cercavo di far capire qualcosa.
L'ho comunicato all'anestesista il giorno dopo e lui ha esclamato : o perbacco rischiavamo di operarti da sveglia!
Poi l'ho detto all'altro anestesista e lui mi ha detto che probabilmente a farmi quest'effetto è stata l'atropina o il curaro..
E' stata una sensazione bruttissima.. sentire il dolore e le voci, vedere (con occhi socchiusi) e non poter fare nulla! Come ho gia detto ho avuto molti interventi, e sto parlando di 42 per l'esattezza 35 dei quali in generale, e mai problemi!
Solo con la spinale ho avuto una risalita del farmaco,un risveglio intraoperatorio,e un blocco respiratorio.Mentre la locale a detta dei medici "non mi prende".
Ringrazio ancora per la disponibilità.
Saluti.
[#3] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile utente buona sera, quanto racconta si spiegherebbe con una curarizzazione (incompleta però se riusciva a muovere un braccio) non accompagnata da una ipnosi (sonno) ottimale. I motivi perchè ciò può essere accaduto sono diversi, ma non credo propio che l'Atropina possa essere chiamata in causa.
Quando si induce una anestesia si somministra sempre un curaro ( ce ne sono diversi in commercio) ed un ipnotico, in modo da avere un paziente che dorme ed è rilasciato per poterlo intubare. In questa fase c'è stato un problema ma non provo a fare ipotesi perchè i motivi, come già detto, potrebbero essere diversi. Dal momento che ha necessità di un nuovo intervento, le raccomando di comunicare al suo anestesista quanto accadutole.
Cordiali saluti.