Utente 155XXX
Sabato ho avuto dei sintomi della cistite (che ho avuto varie volte e penso di saper riconoscere): stimolo frequente di urinare e dolore nell'atto di urinare. Ho subito comprato CistiFlux in farmacia e ho cominciato a prenderlo. Ho inoltre bevuto un litro di infuso al mirtillo rosso (sempre sabato). Domenica non ho più avuto alcun sintomo, né dolore, ma ho continuato fino ad oggi a prendere il CistiFlux (2 bustine al giorno, lontane dai pasti e a vescica vuota). Oggi (lunedì) ho avuto prima una perdita di colore arancione e poi giallo acceso, non urinaria (almeno penso), perché era densa, come le normali perdite vaginali. Ma il colore era proprio acceso, ed è questo che mi preoccupa. Non sono andata dal medico stamattina perché non ho più avuto sintomi né dolore per la cistite da sabato pomeriggio in poi. Le perdite possono essere collegate? Potrebbe essere qualcos'altro? Consigliereste di andare dal medico o è normale?
Io escluderei (e spero di escludere) malattie a trasmissione sessuale, dato che ho rapporti frequenti da una sola settimana (dopo una pausa di più di due mesi) e sempre sicuri (preservativo).
Cosa ne pensate? Devo rivolgermi al mio medico o mi sto preoccupando per una cosa normale?
[#1] dopo  
Dr.ssa Valentina Pontello
52% attività +52
8 attualità +8
20 socialità +20
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Gentile Signorina,

è possibile che alla cistite coesista una infiammazione vaginale, in questo caso mi farei vedere da un ginecologo.
[#2] dopo  
Dr.ssa Vincenza De Falco
56% attività +56
20 attualità +20
20 socialità +20
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Potrebbe forse trattarsi di una vaginite.

Sarebbe opportuna una visita ginecologica per poter fare una diagnosi e una corretta terapia.

Legga questo articolo, potrà esserle utile:

http://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/646-prurito-bruciore-perdite-vaginali-consigli-pratici.html


Un cordiale saluto
[#3] dopo  
Utente 155XXX

Iscritto dal 2010
Sono andata dal mio medico curante (il ginecologo ha una lista d'attesa lunga chilometri), che ha escluso qualsiasi cosa. Mi ha dato per sicurezza in caso succedesse nuovamente l'impegnativa per l'esame del sangue e delle urine. Ma in caso contrario ha detto solo di bere molto, per la cistite, e non prendere freddo, senza fare gli esami.

Oggi però (di sera) ho avuto delle perdite sul rosso/marrone, come il primo sangue del ciclo. Potrebbe essere un anticipo del ciclo (che dovrebbe venirmi tra una settimana)? Cioè che il ciclo sia in anticipo (non mi era mai successo prima dunque non so come può essere).

Mi scuso per tutte queste domande ma mi sento un po' confusa.
[#4] dopo  
Dr.ssa Valentina Pontello
52% attività +52
8 attualità +8
20 socialità +20
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Essendoci il sospetto di una infezione, farei una visita specialistica ginecologica. Il medico di base non può, infatti, fare esplorazioni vaginali.
Se il suo ginecologo ha liste di attesa troppo lunghe, ci sono alternative più rapide, come misericordie, humanitas, e strutture mediche simili, che forniscono prestazioni in modo veloce e con prezzi abbordabili, se non vuole andare alla ASL.