Utente 237XXX
Buonasera,
ho urgente bisogno di un consulto.
Premetto che alcuni anni fa mio marito che oggi ha 33 anni è stato operato di varicocele ed ernia bilaterale che ad oggi risultano completamente risolti.Quattro anni fa in seguito ad uno spermiogramma scopre di avere astenozoospermia moderata.Ad agosto 2011 ci sposiamo ed iniziamo a ricercare una gravidanza, a settembre ripete lo spermiogramma da cui risulta ancora astenozoospermia moderata concentrazione spermatica 90 milioni, conta totale 225, motilità progressiva basale 21,motilità totale basale 35.
A novembre, con grande sorpresa sono incinta, ma a dicembre aborto spontaneo.
Da gennaio mio marito assume fertilor e liverton uno al giorno. Da quattro mesi cerchiamo una gravidanza con monitoraggi e rapporti mirati, ma senza alcun risultato. A tal punto ripete lo spermiogramma con il seguente risultato:

Astinenza 3gg
aspetto normale
fluidificazione completa
consistenza normale
volume 3
ph 7.7
concentrazione spermatica 50 milioni/ml
conta totale 150 milioni
cellule rotonde 3 milioni
leucociti 2 milioni
agglutinati assenti
motilità progressiva basale 3
motilità totale basale 10
vcl 23 u/sec
lin 45 u/sec
alh 2 u/sec
test di vitalità (eosina) 20
swelling test 35
forme normali 10
antic. anti spermatozoi adesi non valutabile
fruttosio 3.6

conclusioni: conta spermatica normale - astenozoospermia severa
livelli di riferimento in accordo con WHO 2010

A questo punto mi chiedo come sia possibile che in 10 mesi la situazione sia peggiorata così tanto? Con la cura i valori non sarebbero dovuti migliorare?E' possibile che sia stata proprio la cura a far precipitare la situazione? Con questi valori è impossibile che resti incinta naturalmente? I valori con una cura appropriata potrebbero migliorare?La sera prima dell'esame mio marito era molto agitato per problemi familiari, potrebbe essere questa la causa del risultato pessimo?
Mi scuso per le mille domande e per la lunghezza del testo, ma sono davvero molto in ansia. Ho bisogno di chiarimenti.
Attendo con ansia la vostra risposta e vi ringrazio anticipatamente per la vostra gentilezza.
Buona serata.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Utente,da quanto ci trasmette,si evince che ,in un anno di matrimonio,si è verificata una gravidanza,purtroppo esitata in aborto.Non credo sia vantaggioso fermarsi sulla sola valutazione di numeri e percentuali risultanti dallo spermiogrmma,che non hanno alcun valute biologico,bensì unicamente statistico.Inoltre,credo che gli esami non siano stati eseguiti presso lo stesso laboratorio,per cui sono difficilmente paragonabili tra di loro.A questo punto,approfondirei gli aspetti diagnostici anche del partner maschile,valutando gli aspetti genetico/molecolari.Ho la sensazione che la figura dell'andrologo si sia limitata alla valutazione degli esiti della varicocelectomia...lasciando al solo ginecologo la gestione della coppia.Se è così,è il modo migliore per perdere tempo prezioso ed ad affidarsi ...al caso.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 237XXX

Iscritto dal 2012
Gentile dott. Izzo,
la ringrazio per la sua celere risposta.In realtà gli esami sono stati effettuati presso lo stesso laboratorio con la stessa tecnica,sono stata io a non inserire tutti i dati del primo esame. E' vero che ho avuto una gravidanza ,ma all'epoca il responso era astenozoospermia moderata, ora invece è severa.
Come è possibile questo peggioramento?
Cosa intende per valutare gli aspetti genetico/molecolari?
Mio marito ha già effettuato un prelievo di sangue per FSH testosterone prolattina e inibina B ed effettuato una spermiocultura, stiamo aspettando i risultati. Il cariotipo risulta nella norma. A suo avviso il risultato dello spermiogramma è proprio disastroso? Crede che sia il caso di ripeterlo?
La ringrazio per la sua attenzione ed aspetto una sua gentile risposta.
Buona giornata.




[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...non capisco perché continui a pensare che lo spermiogramma sia disastroso...Ho la sensazione che Suo marito non sia seguito da un Andrologo dedicato,cui La rimando.Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 237XXX

Iscritto dal 2012
Gentilissimo dott. Izzo,
la ringrazio per la sua risposta e la sua pazienza.
Ha perfettamente ragione non abbiamo ancora visto un andrologo. Domani abbiamo appuntamento da un andrologo consigliato dal ginecologo. Le farò sapere l'esito della visita ed i risultati delle analisi che ritireremo.
Mi scuso per il mio pessimismo ma sono molto in ansia ed ultimamante non vedo più una via di uscita.
Ancora grazie per la sua disponibilità.
Le auguro una buona serata.
[#5] dopo  
Utente 237XXX

Iscritto dal 2012
Gentile dott. Izzo ieri abbiamo ritirato i risultati degli esami ormonali:

LH 4.51 (valori di rif. 1.1-7)
FSH 5.60 (1.7-12)
PROLATTINA 34.10 (3-25)
TESTOSTERONE 4.81 (2.8-11)
SPERMIOCULTURA NEGATIVA

Come le avevo scritto ieri siamo anche stati dall'andrologo dal quale sono andata via disperata. Da visita dice che non vi è infiammazione della prostata, ma che i leucociti a 2 milioni fanno intenedere che vi può essere infiammazione. Ha esordito dicendo che i valori dello spermiogramma difficilmente possono migliorare, che secondo lui alla base dei valori così bassi (quasi catastrofici) vi è un problema genetico che forse può anche essere stata la causa del mio aborto ad 8 settimane e 5 giorni (al controllo ecografico il cuore ha smesso di battere ). Gli ho mostrato il cariotipo che è normale ma dice che questo esame non serve.Ha detto che con questi esami si potrebbe anche avere una gravidanza naturale ma ci potremmo impiegare tre anni poichè in tre anni vi sono più possibilità, altrimenti ci ha consigliato la fecondazione assistita avvisandoci che probabilmente non sarebbe riuscita al primo tentativo. Poichè mio marito continuava a chiedere se potesse prescrivere una cura di integratori per migliorare la situazione, il professore (si perchè l'andrologo è un professore) ci ha spiegato che tutti i farmaci che si usano in realtà non servono a nulla poichè sono assunti per via orale e ci impigano molto tempo ad arrivare alle parti basse. Sotto nostra insistenza ci ha prescritto Kallicreina che ha detto si può trovare solo in una farmacia e che a suo avviso è l'unico farmaco che può servire a qualcosa. Per quanto riguarda l'infiammazione alla prostata non ci ha dato nulla dicendo che per lui non vi era infiammazione. E allora i leucociti? Ho chiesto come mai lo spermiogramma era peggiorato così tanto in 10 mesi ma non mi dato risposta.Credo che per lui l'unica causa può essere genetica.Ci ha detto inoltre che anche il nostro andamento sessuale è sbagliato poichè bisogna avere rappori a giorni alterni e non tutti i giorni come nostra abitudine.
Siamo andati via disperati e consapevoli che non vi è una soluzione al problema.
A tal punto il ginecologo gli ha prescritto per martedi un esame che si chiama pacchetto seminale, dal quale si studia la decondensazione e frammentazione del dna del liquido seminale.
Ora le chiedo ma davvero secondo lei non vi è una soluzione? Davvero le cure sono inutili? In effetti da gennaio mio marito ha preso fertilor e liverton e gli esami invece di migliorare sono peggiorati. Se il problema è davvero genetico non funzioneranno nemmeno le fecondazioni assistite? Perchè lo spermiogramma è così peggiorato?
Mi scuso per la lunghezza del mio messaggio e le mie domande ma a questo punto sono disperata.
Mi tolga una curiosità ma l'urologo è anche andrologo, poichè ieri siamo stati da questo professore in urologia che però diceva che è la stessa cosa dell'andrologo.
La ringrazio per la sua pazienza, sa con il suo messaggio era riuscito a darmi serenità ma ieri il medico mi ha fatto sprofondare.

Buon week end e buona giornata.
[#6] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...da questa postazione telematica posso esprimere dei dubbi sulle conclusioni diagnostiche,prognostiche e terapeutiche,particolarmente sulla centralità degli aspetti genetici.Credo che vi siano delle sovrapposizioni che non aiutano ad ottimizzare i modi ed i tempi di"risoluzione" del problema.Non resta che decidere quale professionista seguire...Cordialità.
[#7] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
cara lettrice,

la motiolità degli spermatozoi può variare per una serie di motivi, spesso anche banali e che potrebbero essere risolti con semplici terapie "di supporto"
mi dispiace dire che il discorso che vi è stato nfatto "puzza" un po' dei "terrorismo medico"
suo marito riesce ad emettere molti spermatozoi, in parte dotati di motilità valida, e che hanno determinato una fecondazione. perchè pensare ad accertamenti ultraspecialistici, credo anche molto costosi, per evidenziare problematiche "genetiche" che non si potrebbero curare...........??
io personalmente chiederei il parere di un valido andrologo, meglio se NON "professore" ma che stia con i "piedi per terra"
cari saluti