Utente 260XXX
Gentili Medici,
a settembre 2010 ho avuto la diagnosi di una leucemia linfoide acuta. Dopo vari cicli di chemioterapia (induzione, primo e secondo consolidamento) sono andata in remissione a gennaio 2011, e ho fatto un trapianto di midollo osseo da donatore esterno al nucleo familiare nel marzo 2011. Il trapianto ha avuto esito positivo ed ora sono in remissione completa da ormai un anno e mezzo. Sono in menopausa dalle terapie pre-trapianto (chemio + radioterapia total body) e perciò faccio la terapia ormonale sostitutiva (anello vaginale Nuvaring) che mi è molto utile per combattere le problematiche da menopausa, ma che mi ha provocato una forte ritenzione idrica e edema alle gambe. Per rimediare faccio delle camminate a velocità moderata (correre mi fa male alle articolazioni) e ho iniziato dei fanghi a base di alghe del mar morto (a freddo), che dovrebbero essere accompagnati da LINFODRENAGGIO MANUALE. L'estetista mi ha consigliato il parere del medico, poichè il linfodrenaggio è controindicato nei casi di neoplasie recenti, per evitare di far circolare possibili metastasi. Il mio medico dice che secondo lui posso farlo perchè sono in remissione completa, ma ho paura perchè non voglio aumentare il rischio di una recidiva. Cosa mi consigliate??? Vi ringrazio anticipatamente per la risposta e l'attenzione. Alessia.
[#1] dopo  
Dr. Dario Graziano
44% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2010
gentile utente, anche a mio parere non vi è alcuna controindicazione. Consideri che la sua è stata una patologia delle cellule del sangue quindi il discorso "metastasi" non ha molto senso, come potrebbe invece averlo ad esempio per un "melanoma della gamba"
cordiali saluti