Utente 105XXX
Sono alto 1.73 e peso 64kg. Ho perso circa 10kg negli ultimi cinque mesi e ho abbinato un'attività sportiva regolare (corsa) alla dieta ipocalorica.

Nonostante questo, i miei valori pressori sono rimasti pressoché inalterati: la massima è sempre attorno a 130 (con punte di 135-140) e la minima è sempre attorno a 90 (con punte di 95).

Anche una maggiore attenzione a tavola con il sale, la moderazione con gli alcolici e l'eliminazione della liquirizia non sembrano aver portato alcun beneficio.

Il mio problema però è questo: il mio medico curante continua, non capisco per quale motivo, a sostenere che non si tratta di valori allarmanti o che richiedano particolari interventi. Mesi fa propose un intervento sullo stile di vita, ma ora che l'intervento c'è stato e di risultati non ne sono giunti, sostiene che comunque si tratta di valori non preoccupanti.

A me questo sembra in contrasto con TUTTE le indicazioni che si trovano su libri e siti di medicina. Tutti concordano sul fatto che una pressione minima superiore a 90 sia troppo alta, e fra l'altro bisogna considerare che io ho 30 anni, non 65, quindi è prevedibile che con il tempo peggiorerà.

Onestamente non so come comportami con il medico curante e non capisco il motivo di questa sua tendenza a sottovalutare.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Lei dovrebbe eseguire un Ecocolordoppler cardiaco ed un Holter pressorio dell 24 ore. Se valori della PA diastolica fossero confermati essere quelli che lei riferisce lei necessita di una terapia farmacologica
cordialmente
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dottor Cecchini,

grazie della risposta. Mi sono fatto prescrivere l'Holter pressorio delle 24 ore.

In questi giorni ho continuato a prendere a casa i valori della pressione constatando importanti variazioni nella massima (114-135) ma variazioni molto contenute nella minima (84-92).

In alcuni casi la forbice fra i due valori è davvero molto ristretta, ad esempio stamane PA 115-92. Questo può avere un significato particolare?

Ho inoltre notato che ripetendo la misurazione a distanza di pochi minuti il valore della minima scende regolarmente di 5-7 punti (ad esempio prima misurazione è sempre attorno a 90, dopo tre minuti va attorno a 87-88, poi a 84-85).

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Dai valori che le i riferisce si parla di ipertensione arteriosa diastolici. Aspetti il risultato Dell Holter Pressorio
Arrivederci
Cecchini
[#4] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dottore,

ecco i risultati del monitoraggio 24h:

"La media dei valori pressori nelle 24 ore è lievemente superiore a quella considerata normale dalle più recenti linee guida ESC/ESH 2007. E' riconoscibile il fisiologico calo notturno della PA".

Riepilogo:
Media dei valori sistolica: 127
Media dei valori diastolica: 78
Pressione arteriosa media: 95

Sistolica minima registrata: 101
Sistolica massima registrata: 149

Diastolica minima registrata: 52
Diastolica massima registrata: 100

Frequenza cardiaca minima registrata: 67
Frequenza cardicaca massima registrata: 107

Percentuale di sistolica oltre i limiti: 26.5%
Percentuale di diastolica oltre i limiti: 43.4%

Nei periodi di veglia SIS >135: 33.9%
DIA >85: 57.6%

Nei periodi di sonno SIS>120: 8.3%
DIA >70: 8.3%

***

Purtroppo bisogna considerare che arrivo a questo profilo della PA dopo l'adozione delle misure di stile di vita raccomandate. Crede che sia necessario, a questo punto, iniziare una terapia farmacologica?

Grazie










[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Dato che durante i periodi di vegli oltre la meta dei valori pressori diastolici è superiore ad 85 mmHg, nonostante tutti i suoi sacrifici, penso che una terapia farmacologica sia conveniente.
Ne parli con il suo cadiologo
Cordialmente
Cecchini
[#6] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
Grazie Dottor Cecchini,

il cardiologo ha suggerito come prima cosa di fare esami ECG e del sangue.

Le chiedo però: dal momento che gli sforamenti di pressione diastolica oltre 90 coincidono - sul tracciato dell'Holter 24 ore - con momenti di aumentata frequenza cardiaca (anche 100-110 bpm), e considerando il fatto che soffro da alcuni anni di iperidrosi ascellare, non potrebbe essere in qualche misura coinvolta la tiroide?

[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Guardi, come più' volte le ho cercato di spiegare, riterrei opportuno, nonostante i limiti del mezzo telematico, che lei iniziasse una terapia anti-ipertensiva.
Detto questo segua ovviamente ciò che dice il suo cardiologo, che la conosce meglio di me.
Con questo la saluto
cecchini
www.cecchinicuore.org