Utente 173XXX
Premetto che già di mio sono un tipo ansioso e il periodo che sto attraversando è abbastanza difficile su molti aspetti, dura da un bel po e purtroppo prevedo che durerà ancora molto.
Oggi pomeriggio mi sono messo sul letto per riposare ma ho dovuto alzarmi per via di un sonno irrequieto e la sensazione di battiti cardiaci irregolari, come se il cuore si fermasse. Ho imparato a riconoscere le extrasistole perchè le avverto spesso e devo dire che in questo caso non mi sembrava nulla del genere, anche se comunque questa sensazione l'ho avuta in una fase tra sveglio e addormentato, quindi ho avvertito il tutto con molta confusione.
Appena mi sono svegliato ho misurato la pressione arteriosa ed è 110/60 mentre la frequenza cardiaca è di circa 80 bpm.
Ovviamente anche adesso mi sento un po strano ed ovviamente impaurito.
L'ultimo ECG che ho fatto risale a circa 3 mesi fa e non emergeva nulla di clamoroso, solo blocco di branca destro incompleto come negli ECG precedenti.
Secondo voi da cosa potrebbe dipendere questo disturbo del sonno? Qualche patologia cardiaca o solo stress?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Mi sembra che lei sia "molto stressato"...non pensi al cuore,ma curi l'ansia
Saluti
[#2] dopo  
Utente 173XXX

Iscritto dal 2010
Grazie per la risposta dottore.
Purtroppo lo so che sono molto stressato e nel mio caso è molto difficile non esserlo.
Penso al cuore per il semplice motivo che i sintomi riguardano proprio il cuore...
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Anche sei sintomi riguardano il cuore non significa che il cuore ne è responsabile....e anche se controllare l'ansia non è facile, non farlo significa vivere male....
In bocca al lupo
[#4] dopo  
Utente 173XXX

Iscritto dal 2010
Credo proprio che lei abbia ragione.
Io provo tutti i giorni a controllare l'ansia, però non vorrei farlo con l'aiuto di farmaci...
Poi le ripeto, ci sono delle situazioni particolari che è inutile spiegare qui e che inevitabilmente generano stress e ansia...
Vedremo, magari col tempo qualcosa migliora... Anche se sinceramente ne dubito.
Comunque grazie per le sue risposte, che mi sono di conforto e mi tranquillizzano un po.
[#5] dopo  
Utente 173XXX

Iscritto dal 2010
comunque c'è pure un'altra cosa che da un po di tempo mi frulla per la testa.... ho letto un po in rete la sindrome di brugada, ed io avendo bbd incompleto sospetto in fondo in fondo di poterla avere....
[#6] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Il BBDx incompleto non ha nulla a che vedere con la Sindrome di Brugada...a meno che l'ECG non sia stato refertato in maniera non corretta, ma questo io non posso saperlo. Sicuramente se l'ECG viene interpretato da un aritmologo esperto le possibilità di errore si riducono drasticamente (ma ogni bravo cardiologo dovrebbe saper differenziare un brugada da un BBdx incompleto).
Saluti
[#7] dopo  
Utente 173XXX

Iscritto dal 2010
il tracciato dell'ultimo ecg che ho fatto risale al 20 aprile scorso, ed è questo:
http://postimage.org/image/bypeq1l1n/
http://postimage.org/image/oem4jsedn/
http://postimage.org/image/84vygw3pn/
http://postimage.org/image/4nyhrnu17/

il cardiologo mi ha detto di stare tranquillo, ma una sua opinione non potrebbe farmi che bene. :-)

mi scusi se approfitto della sua disponibilità... l'anno scorso feci un ecg da sforzo e mi sono state rilevate "sporadiche aiv", potrebbe gentilmente spiegarmi cosa sarebbero?
[#8] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Mi spiace, ma noi di M.I. non possiamo refertare ECG nè dare risposte riguardanti indagini strumentali a distanza. Per l'aiv si tratta di extrasistoli ventricolari.
Si rivolga a uno specialista aritmologo per l'interpretazione dell'ECG.
Cordialità
[#9] dopo  
Utente 173XXX

Iscritto dal 2010
mi scusi tanto.... ma le extrasistoli ventricolari non sono quelle pericolosissime che possono provocare arresto cardiaco?
[#10] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
No, le extrasistoli ventricolari di per sè sono delle aritmie che possono anche non avere nessuna importanza oggettiva (se il cuore non presenta alterazioni della struttura e funzione), ma a volte sono un importante problema di qualità di vita.
Solo in pazienti con patologie cardiache, le più diverse (e non mi sembra il suo caso), le extrasistoli innescano aritmie più complesse, alcune addirittura pericolose per la vita.
Saluti
[#11] dopo  
Utente 173XXX

Iscritto dal 2010
beh a volte le extrasistole le avverto sino in gola...
mentre per esempio quel giorno che ho fatto l'ecg sotto sforzo non ricordo di averne avverito, però nel referto risultano rilevate. boh.
[#12] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
E allora ?....lei può avere momenti in cui le avverte e momenti in cui non le avverte...e tutto questo non cambia di nulla quello che finora le ho detto. Per chiudere il discorso: si tranquillizzi!!!! La saluto