Utente 129XXX
Salve, mia nonna 92enne è allettata da un anno causa ictus ischemico e fibrillazione atriale parossistica. Alle dimissioni le avevano prescritto oltre all'anticoagulante (Clexane 6000) una pillola al giorno di Digossina, il Lanoxin da 0,125 mg. Poi nel corso dell'anno la nostra dottoressa le ha abbassato il dosaggio a 0,0625 mg e all'ultima visita del cardiologo qualche settimana fa, questi gliel'ha tolto del tutto sostenendo che ad un dosaggio così basso è inutile prenderlo. La dottoressa dice che il battito è regolare, in effetti monitorando col pulsiossimetro oscilla tra i 60 e i 70 bpm. Però, quello che desidero sapere io, il Lanoxin non andrebbe dato a prescindere? Anche se non ci sono più episodi di fibrillazione e il battito si regolarizza, andrebbe dato sempre e comunque per profilassi? Trova riscontro in campo medico la scelta della nostra dottoressa? Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Piccole dosi di digitale, sempre che la funzione renale lo consenta sono utili nei pazienti con episodi di f.a. Parossistica, in quanto eviterebbero frequenze elevate in caso dinrecidiva di f.a.
Arrivederci
Cecchini
wwww.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 129XXX

Iscritto dal 2009
Dottore grazie per la risposta. Le dosi del Lanoxin in compresse sono da 0,250 mg, da 0,125 mg e da 0,0625 mg (quella che prendeva la nonna fino a poco tempo fa). Tale dose a detta del cardiologo è inutile perchè sostiene che non proteggerebbe da un attacco di F.A. per cui come potrei regolarmi?
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
la digitale non protegge da crisi di fa. puo ridurre la frequenza cardiaca in caso di fa.
con questo la saluto
cecchini