Utente 259XXX
Salve a tutti,
da circa tre mesi mi capita di avere di sentire il mio battito cardiaco molto più 'forte' e presente (la frequenza mi sembra più o meno sempre uguale) durante la giornata,arrivando a dei picchi dove oltre a sentirlo molto forte su collo e dentro le orecchie manifesto anche dei giramenti e senso di mancamento,a volte con sudarella e spaesamento.
A seguito di altri controlli medici 'incrociati' per una patologia di cui soffro (LMC),ho effettuato anche due controlli cardiaci,un ecocardiografia ed un elettrocardiogramma dal quale risulta sia tutto ok,a parte un 'piccolo prolasso mitrale con trascurabile rigurgito'.
Spesso mi capita inoltre di avere un senso attappamento-stappamento nell'orecchio (in particolare il destro) od un ronzio fortissimo acuto,il tutto accompagnato da questa sensazione di 'battito cardiaco molto più marcato' (mi si nota il ritmo del battito addirittura sul collo o sull'addome).
Notavo che ultimamente sto avendo problemi digestivi frequenti,può esserci un'associazione tra tali disturbi? Quale esame potrebbe essere più appropriato per capire l'origine di tali fastidi?
Buona giornata e grazie in anticipo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Da quanto riferisce il problema non è cardiaco. Sembra piuttosto una risposta di tipo ansioso. Innanzitutto si tranquillizzi e veda se va meglio.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 259XXX

Iscritto dal 2012
Gent.mo Dr Rillo,la ringrazio per la celerità di risposta.
Da due mesi ho cominciato anche un ciclo di terapia cognitivo-comportamentale coadiuvata da Xanax nel dubbio si trattasse di una risposta 'ansiosa',ma non ha avuto esito in quanto i malesseri continuano.
Ho pensato ad improvvisi cali di pressione (quando ho modo di misurarla durante i malori è bassa ma non eccessivamente,al massimo 100/50).
In ogni caso continuo con i fastidi,in particolare questa sensazione di pulsazione 'forte' che mi accompagna tutto il giorno,anche nei momenti in cui mi sento discretamente; ho provato tra l'altro a fare dell'attività fisica e non ho accusato problema alcuno se non un ovvio affaticamento dopo una mezz'ora (tennis,nello specifico).
Se ha qualche suggerimento o 'dritta' per essere più scrupolosi la accetterei ben volentieri,in caso contrario la ringrazio per il precedente consulto.
Buona giornata
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Mi spiace...più che escluderle il problema cardiaco e continuare con il trattamento dell'ansia non saprei cosa consigliarle....forse se formula la sua domanda ai colleghi dell'area psicologia potrebbero esserle di aiuto maggiore..
Saluti
[#4] dopo  
Utente 259XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio di nuovo e volevo chiederle una cosa : in caso di aritmie del battito queste sarebbero visibili nell'elettrocardiogramma?
Mi sono accorto durante questi malesseri che a volte ho come la sensazione che il cuore si fermasse per uno-due secondi per poi riprendere,senza avvertire dolore.
Un saluto e grazie ancora
[#5] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Si, è possibile che si tratti di extrasistoli banali e l'ECG può evidenziarle, ma solo se viene eseguito nel momento in cui compaiono, cosa estremamente difficile quando sono rare...ma in questi casi proprio per questo non sono preoccupanti....
[#6] dopo  
Utente 259XXX

Iscritto dal 2012
Grazie di nuovo,nel caso notassi qualche altra 'particolarità' se non le dispiace la disturberò di nuovo in questo topic.
Buona giornata
[#7] dopo  
Utente 259XXX

Iscritto dal 2012
Dopo diversi consulti (a seguito delle più svariate sintomatologie) mi è stato riferito che questo senso di stordimento,giramenti di testa e sudarella in concomitanza con una sorta di rallentamento del battito potrebbe riferirsi a problemi 'vasovagali',avendo avuto nel frattempo anche disturbi neurologici (come piccole infiammazioni delle estremità)
Lei cosa ne pensa?
Grazie ancora
[#8] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
E' possibile, ma le supposizioni vanno dimostrate. Se lei non ha veri e propri svenimenti è improbabile. Uno dei test di cimentazione autonomica che vengono fatti in caso di vere e proprie crisi vasovagali, con perdita di coscienza, è l'Head up Tilt Test, ma sinceramente non mi sembra che sia necessario nel suo caso.