Utente 215XXX
Gentile Dottore,

Vorrei sapere con quale ritmo si consiglia di ripetere il test hpv-DNA con pcr.

L' ultimo lo eseguito a metà Giugno dove c' era una bassa presenza di hpv 53 sul liquido spermatico, mentre il ceppo 11 che avevo già da Febbraio adesso risulta negativo. ( era presente sul tampone uretrale assieme al 53)

L' ultima recidiva con condiloma mi è venuta a Maggio, ed è stata la terza volta.

Quando mi consiglia di ripeterlo per verificare la negatività?


Inoltre vorrei chiederle, gli urologi possono effettuare la peniscopia o è esclusiva competenza dermatologica?
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
La peniscopia è una competenza Dermatologica (DermoVeneroelogica) poiché va ad analizzare in modo selettivo (mediante ottica a diottrie 3X o 5X, dermoscopia o luci polarizzate) la cute e le mucose genitali.

La cadenza di riproduzione di questi test non è stabilita poiché non sempre l'eliminazione delle lesioni condilomatose (malattia da HPV )è coniugata con la scomparsa del Virus, ma questo non vuol dire essere infetti.

Legga se vorrà questo approfondimento

http://www.medicitalia.it/minforma/dermatologia-e-venereologia/602-fa-hpv-uomo-donna.html

per ulteriori chiarimenti

cari saluti
[#2] dopo  
Utente 215XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Dott. Laino,

Grazie della sua risposta e complimenti per l' articolo.

Poiché dal Suo sito internet ho notato che è anche chirurgo: vorrei sapere se un medico chirurgo saprebbe riconoscere un condiloma piano anche molto piccolo e distinguerlo da altre situazioni dermatologiche.
Questa domanda perché nella mia zona la dtc o la crioterapia sono raramente eseguite dai dermatologi nelle strutture pubbliche e quest' ultimi ci invitano ad andare dai chirurghi per eseguire il trattamento.

Le sarò grato della Sua eventuale risposta.

Inoltre le vorrei chiedere:ad un soggetto come me che ha già avuto tre recidive di condilomatosi che è stata curata, avrebbe senso fare la peniscopia per diagnosticare un eventuale stato subclinico?

Grazie

[#3] dopo  
Utente 215XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Dottore,

Non sò se lei può togliermi questo dubbio.

Ricordo che ho avuto una condilomatosi ed ancora presento nel seme una bassa carica del ceppo 53 di hpv.( prima avevo anche l' 11).

Non hp avuto rapportormoni protetti da allora.

Vorrei sapere: come è possibile che il virus sia presente anche nella saliva e nel cavo orale?Può esso da solo inizialmente localizzato nei genitali andare a replicarsi fino alla saliva?

Cioè si può replicare dal basso verso l' alto da solo senza che io abbia baciato una partner malata di hpv?

Quando è utile fare la ricerca con un tampone linguale o oro faringeo?

Grazie
[#4] dopo  
Utente 215XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Dott. Laino,

Sono un ragazzo di 27 anni.

Nel gennaio 2012 ho avuto la prima condilomatosi che ho curato con l' elettrocoagulazione, e
con l' applicazione dell' aldara crema. Inoltre ho assunto periodicamente il viruxan e l' immugen r.
Ho avuto piú di due recidive, Marzo 2012, Maggio 2012 e l' ultima lo scorso Novembre 2012:
Tutte curate con gli interventi chirurgici e con trattamenti di aldara prima e dopo degli interventi.
Ho terminato con l' aldara a Febbraio. Sempre a Febbraio ho fatto un controllo dal Dermatologo Venereologo che è risultato negativo.

Avrei un quesito da porle: l' aldara crema può servire a prevenire la formazione di nuovi condilomi e recidive? Può servire continuare ad usare l' aldara crema superati i tre mesi dall' ultima ricomparsa di condilomi "piani" bruciati con l' elettrobisturi?


Le sarei grato di una Sua risposta.
Un cordiale saluto

Vincenzo