Utente 260XXX
Gentili Dottori,
Sono una ragazza di 18 anni ed è ormai da un paio d'anni che ho degli strani dolori al petto, soprattutto nella zona sinistra. 
Questi dolori avvengono soprattutto la sera dopo aver mangiato, ma anche in condizioni di riposo. Se ad esempio sono sdraiata nel letto appoggiata al braccio sinistro nel giro di cinque minuti iniziano i dolori al petto. 
È capitato - solo due volte - che il dolore si diffondesse fino al braccio sinistro e mi portasse un formicolio alla mano (per me non è cosa nuova dato che soffro di  tendinite tuttavia solitamente si informicolano solo Il mignolo e l'anulare mentre in questo caso il formicolo si è esteso a tutte e cinque le dita).
Inoltre negli ultimi mesi capita che il dolore dal petto sinistro si diffonda anche alla base delle costole. 
Sono iscritta in palestra da ormai un anno e mezzo e dunque pratico sport regolarmente (5 giorni su 7) , bevo solo in occasioni speciali e soprattutto non fumo!
Premetto che non mi sono mai sottoposta ad una visita medica poiché soffrendo di una leggera ansia mi hanno sempre detto che questi fastidi erano dovuto appunto ad essa. Tuttavia negli ultimi tempi i dolori sono aumentati, infatti da leggeri dolori che nel peggiore dei casi avvenivano due volte alla settimana sono passata a soffrirne quasi tutti i giorni. 
E allora mi chiedo, è davvero solo l'ansia a provocare tutto ciò? E in tal caso, come posso intervenire per fare, se non cessare, almeno diminuire il dolore? 

In attesa di una vostra risposta vi ringrazio! 
Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
E' possibile che l'ansia amplifichi una sintomatologia che ha origini differenti, ma effettivamente non cardiache. Come sportiva lei deve comunque eseguire almeno un ECG e una visita cardiologica, anche se i suoi disturbi sembrano più riconducibili a problemi muscolo-scheletrici (parestesie).
Saluti cordiali
[#2] dopo  
Utente 260XXX

Iscritto dal 2012
Gentile dottore, la ringrazio per la sua pronta risposta, sapere che non è nulla di grave mi tranquillizza molto! 
In settimana andrò, come da lei suggerito, a fare una visita di controllo. 
La ringrazio ancora,
Cordiali saluti