Utente 260XXX
Salve,

da più di un mese ho notato che sulla boccuccia del glande si sono formati due pezzi di pelle/carne, uno all'estremo sx ed uno esattamente al centro. Non sono dolorosi, non mi impediscono attività sessuale normale ne tantomeno sento fastidi di alcun genere quando urino. Stessi pezzettini di pelle/carne si sono formati alla base del glande, sul corpo del pene per intenderci ma internamente quindi coperti dalla pelle che riveste il pene stesso. Anche quest'ultimi non sono dolorosi, ecc ecc...è un'infezione o cosa? Ed in ogni caso come devo comportarmi?
Aggiungo che a maggio la mia attuale ragazza ha avuto un fibroma uterino ed abbiamo rapporti sessuali non protetti.
Aiutatemi per favore, grazie infinite!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

in questi casi purtroppo, senza una valutazione clinica diretta, è impossibile formulare una risposta corretta, cioè capire la vera causa del suo problema e dare quindi una indicazione su quali passi successivi fare sia a livello diagnostico ma soprattutto terapeutico.

Potrebbero anche essere dei condilomi, da quello che ci racconta, ma, come può ben intuire, da questa postazione, senza nulla vedere, difficile dirle qualcosa di preciso e mirato.

Bisogna, a questo punto, consultare in diretta il suo medico di fiducia; fatta questa prima valutazione poi seguire in modo stretto tutte le indicazioni che le darà.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 260XXX

Iscritto dal 2012
Egregio Dr. Beretta,

La ringrazio per la risposta. Seguirò immediatamente i suoi consigli.
Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Fatto il tutto poi ci riaggiorni, se lo ritiene utile.

Ancora cordiali saluti.
[#4] dopo  
Utente 260XXX

Iscritto dal 2012
Egregio Dr. Beretta,

stamane mi sono precipitato al reparto MTS dell'Ospedale della mia città ed il Dottore, dopo avermi visitato, mi ha detto trattasi di condilomi acuminati e prescritto la seguente cura: trattamento con Condyline, una volta al giorno per 4 gg. a settimana e con Pasta Fissan nei 3 gg. restanti della settimana. Il tutto per 4/5 settimane circa.
Infine mi ha raccomandato di avere rapporti sessuali esclusivamente protetti con la mia partner almeno per 6/8 mesi.

Spero che tutto possa risolversi per il meglio ed in breve tempo.

Grazie ancora.
Cordiali saluti.
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Segua ora le indicazioni ricevute!

Un cordiale saluto.
[#6] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

sarebbe bene che dopo la terapia consigliata che qualche volta riesce ad eliminare i condilomi ma che spesso devono essere eliminati con diatermo coagulazione, crioterapia o laser terarapia lei dica alla sua donna ( o alle sue donne ) di parlarne con il ginecologo per fare un pap test o indagini atte a valutare la possibile contaminazione vaginale o uterina
cari saluti
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore ,

comunque ora, senza confondersi troppo le idee, segua le indicazioni ricevute.

Se il problema persiste allora sarà opportuno cambiare strategia terapeutica.

Cordiali saluti.
[#8] dopo  
Utente 260XXX

Iscritto dal 2012
Gent.mo Dr. Beretta,

come da indicazioni mediche ricevute ho iniziato ad applicare il Condyline martedì 24 u.s. fino a venerdì 27 come prescritto. Ho notato che i condilomi sono spariti ma, nell'applicare la pasta Fissan, mi sono accorto anche che si sono formate delle ferite, come se la pelle si fosse lacerata diciamo e ciò magari per aver applicato il farmaco involontariamente su parti di pelle sana e/o in maniera eccessiva.
La mia domanda è questa: premesso che, secondo la cura, dovrei riapplicare il Condyline da domani, non sarebbe il caso di interrompere l'applicazione stessa onde evitare il peggioramento di suddette ferite/lacerazioni? Anche perchè, le ripeto, non saprei dove applicare il farmaco dato che i condilomi sono spariti.

Grazie infinite e cordiali saluti.
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

non faccia mai il terapeuta improvvisato, se ci sono dubbi sulle indicazioni ricevute, bisogna ora risentire in diretta sempre il suo medico di fiducia.

Noi, da questa postazione, nulla possiamo vedere e poco possiamo capire.

Ancora cordiali saluti
[#10] dopo  
Utente 260XXX

Iscritto dal 2012
Gent.mo Dr. Beretta,

stamane, dopo 8 gg. esatti dalla prima visita, sono tornato in ospedale nel reparto M.T.S.. Ho spiegato alla Dott.ssa di turno che quasi tutti i condilomi che avevo sono spariti in meno di una settimana quindi dopo i primi 4 gg. di trattamento. Mi è rimasta solo una piccola traccia sul meato urinario (dove avevo anche una bella cresta di gallo sparita completamente) che più che un condiloma sembra una macchia biancastra ed uno esterno, l'unica forma piccola e rotonda che avevo ed appunto ho ancora sulla pelle/asta esterna del pene.
La Dott.ssa innanzituto sembrava incredula che mi fossero spariti completamente dopo così pochi gg. ma le ho detto che non sono cieco fortunamente e che se voleva poteva controllare lei stessa (cosa che non ha fatto) ed in ogni caso, come avevo previsto, mi ha consigliato di continuare ad utilizzare il Condyline una volta al giorno per 4 gg. alla settimana solo sui 2 condilomi rimasti (esterno e sul meato urinario) e nei restanti 3 gg. ancora pasta Fissan soprattutto su quelle lacerazioni che si sono provocate sicuramente per aver esagerato con il farmaco e/o per aver toccato senza dubbi parti di pelle e di pene non affette da condilomi.
Mi ha anche consigliato di fare analisi del sangue e test HIV (che farò a Settembre) e soprattutto di iniziare delle cure e dei trattamenti in coppia con la mia partner in modo tale da non passarci tipo ping-pong infezioni.
Cosa ne pensa gent.mo Dottore? Le rivelo che dopo aver sentito parlare di analisi del sangue, test HIV, ecc ecc, sto iniziando ad esser sempre in ansia e con mille pensieri e paure che mi stordiscono il cervello.

P.S.: la mia ragazza settimana scorsa ha immediatamente fatto il pap-test, le daranno i risultati a settembre; inoltre nel weekend abbiamo avuto rapporti sessuali naturalmente protetti da profilattico ma lei lamenta dolorini vaginali e perdite di liquido giallastro.

Infinitamente grazie.

L'occasione mi è gradita per porgerle i miei più cordiali saluti.
[#11] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

in presenza di una condilomatosi ai genitali è prassi generale sempre indicare anche i test per le altre patologie sessualmente trasmissibili.

Segua attentamentamente ora tutte le indicazione ricevute dalla sua dottoressa che mi sembra persona attenta e bene informata.

Cordiali saluti.
[#12] dopo  
Utente 260XXX

Iscritto dal 2012
Gent.mo Dottore,

proprio poco fa mi ha chiamato allarmata la mia ragazza dicendomi che il suo medico di fiducia, dopo aver saputo tutta la ns. situazione ed i suoi sintomi che le ho scritto nel post precedente, le ha detto di andare presto in ospedale perchè potrebbe trattarsi di clamidia.
Stiamo impazzendo entrambi.....
[#13] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

pensare ad un eventuale cambio del medico di fiducia della sua ragazza?

E' forse il modo per non impazzire!

Comunque, al di là delle facili battute, se è vero che un medico, come da lei riferito, ha invitato la sua ragazza a correre al pronto soccorso perchè vi è il sospetto della presenza di una chlamydia, allora chi sta impazzendo è proprio il medico!

Intanto lei risenta il suo medico di famiglia che mi sembra più informato!

Cordiali saluti.
[#14] dopo  
Utente 260XXX

Iscritto dal 2012
Gent.mo Dottore,

ho seguito alla lettera tutte le indicazioni del primo dottore che mi visitò al reparto M.T.S. in data 24 luglio u.s. e per 5 settimane ho applicato il farmaco Condyline per 4 gg e la pasta Fissan per i restanti 3 gg della settimana. A fine trattamento la verruca esterna, seppur rimpicciolita, non è sparita così come quella macchietta bianca sul meato urinario.
Ho pensato, a questo punto, di farmi bruciare entrambe con il laser, cosa ne pensa e quali consigli riesce a darmi al riguardo?
Inoltre, domani mi recherò in ospedale per sottopormi alle analisi del sangue per Hpv ed Hiv.

Infine, volevo dirle che la mia ragazza propri oggi ha ritirato i risultati del Pap test, al quale si sottopose in quei primi "giorni turbolenti" di agosto, ed è risultata negativa totalmente all'Hpv: a questo punto le chiedo come sia possibile che, nonostante irresponsabilmente avessimo avuto rapporti sessuali non protetti quando avevo i condilomi, la mia partner non sia stata contagiata?

Grazie mille e cordiali saluti.
[#15] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

rispondo all'ultimo quesito dicendone che la trasmissione di una malattia non è mai "automatica" e dipende ma molti fattori!

Al primo quesito credo che le darà la corretta risposta il medico che l'ha fino ad ora seguito e comunque potrebbe essere sicuramente presa in considerazione una strategia anche di di tipo chirurgico.

Un cordiale saluto.
[#16] dopo  
Utente 260XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio sinceramente Dr. Beretta, la terrò aggiornata sui futuri sviluppi.

Cordiali saluti.
[#17] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene, qua siamo.

Ancora un cordiale saluto.

[#18] dopo  
Utente 260XXX

Iscritto dal 2012
Gent.mo Dr. Beretta,

oggi è una fantastica giornata per me: sono andato a ritirare gli esiti degli esami effettuati giovedì scorso per Hiv e sifilide e, grazie a Dio, sono negativo ad entrambi!!

Precisamente: test treponemico 0,30 e ricerca di Ag p24 ed Ab HIV 1/2 NEGATIVO.

Mi sono tolto, forse, il primo grosso peso nei miei 32 anni!!

Inoltre, ieri pomeriggio ho effettuato una visita urologica ed il dottore mi ha detto di togliere chirurgicamente (bisturi elettrico) la verruca esterna, la macchietta biancastra sul meato ed altri due piccoli condilomi che ha trovato internamente al canale uretrale, un pò più sotto per intenderci dello sbocco del pene. Infine mi ha consigliato anche un'eventuale uretroscopia (spero di non sbagliare il termine medico) ed una sempre eventuale meatoplastica.

Farò il prima possibile questa mini operazione chirurgica così mi toglierò anche questo pensiero.

La terrò comunque sempre aggiornata sul tutto ma prima voglio ringraziarla davvero sinceramente per tutto il suo prezioso tempo e l'attenzione che ha riservato nei miei confronti: non le nascondo che molto spesso erano le sue parole a "tenermi" rilassato mentalmente. Grazie!!!

Cordiali saluti!
[#19] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene, sono felice per tutto quello che mi scrive.

Senza problemi poi, se lo ritiene utile, mi aggiorni.

Cordiali saluti.