Utente 261XXX
Salve,
vorrei esporre il mio problema. ho da 5 anni rapporti nn protetti con la mia ragazza. circca un mese fa, dopo un rapporto intenso e piu' llungo del solito, ho avvertito come un dolore al pene ma non in un punto preciso. dopo una settimana di riposo ho ripreso la mia attività sessuale ma non è tornato tutto come prima, avverto una sorta di tensione nel frenulo e una sensazione di secchezza sul pene. durante gli utimi rapporti avevo dolore nella zona del frenulo ma non di preciso sul filetto ma su pene in generale. andando dal medico mi ha detto che il mio frenulo è di dimensioni normali, preciso che in massima erezione e con la pelle completamente triata giù il filetto si fa un po' bianco. avverto in oltre come un dolorino al momento dell' eiaculazione. cosa puo' essere?? ill mio medico ha sfarfugliato dicendo che se è un infiammazione del frenulo fa tagliato e per ora mia ha dato la pomata travofort (antimicotica e antinfiammatoria). inoltre come si fa a capire se il frenulo è della giusta lunghezza?? se non ho mai abuto problemi per 5 anni perchè all'improvviso dovrei amputarlo? attendo una vostra costese risposta, nn so proprio a chi rivolgermi. grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,a naso,credo che di poter concordare con la diagnosi del medico di famiglia nell'ipotizzare una balanopostite,infiammazione del prepuzio/glande,che,però,andrebbe diagnosticata con il ricorso ad un tampone batteriologico del secreto uretrale,al fine di giustificare la terapia antimicotica prescrittaLe.Comunque,anche la partner dovrebbe aggiornare il proprio stato clinico vaginale,rivlgendosi al ginecologo.Libero di amputarlo ma...mi sembra un po' catastrofista...Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 261XXX

Iscritto dal 2012
grazie per la sua celere risposta. questo piccolo problema, cole lei puo' immaginare, crea a volte delle fisse mentali che danno abbastanza fastio. per questo le chiedo un ultima domanda. ieri ho avuto un rapporto e nn ho avvertito nulla di strano eccetto la mia testa che si preoccupava sempre senza lasciarmi tranquillo durante il rapporo. il mio pene quando è flaccido si scopre del tutto, in erezione il glande viene fuori e la pelle si ferma giusto sotto la cappela. se faccio scendere la pelle ancora di piu', fino a sotto, scende senza problemi ma noto che il frenulo diventa leggermente bianco, come lo riposiziono sotto il glande torna di colore normale. cosa vuol dire è tutto ok??
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...a naso,non penserei ad una frenulectomia,bensì a seguire la terapia proposta dallo specialista di riferimento.Il colore del frenulo non ha alcuna rilevanza clinica,se l'evaginazione del prepuzio del glande è garantita.Cordialità.
[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,
piccole infiammazioni della mucosa del frenulo o piccole lacerazioni del frenulo stesso possono innescare uno stato infiammatorio locale facilmente eradicabile con prodotti del genere di quello a lei proposto, una attenta igiene e "riposo" per alcuni giorni senza "drammatizzare" quello che in fondo è un modesto problema.
il frenulo non deve essere "amputato" ma solo allungato se le sue dimensioni possano creare problemi
cari saluti