Utente 141XXX
Gentili dottori,
é possibile collegare una tachicardia insorta in seguito ad un violento attacco di colpi di tosse, durante il sonno (con associata lipotimia), a precedenti manifestazioni di lipotimia sempre notturna?
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Cosa intende per "lipotimia notturna" ?Se di notte lei dorme non può avere lipotimie e se queste si manifestano perchè si sveglia in che circostanze si verificano ? E cosa intende con precisione per lipotimia ?
[#2] dopo  
Utente 141XXX

Iscritto dal 2010
Intendo che mi sveglio perché. non mi sento bene e mi parte una sorta di pre svenimento con tutta la sintomatologia ad esso associata, ma senza perdita di coscienza.Ultimamente gli stessi sintomi sono scaturiti da una tachicardia successiva a dei colpi di tosse insistenti.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Le consiglio di eseguire un Holter cardiaco, ma non dovrebbe essere nulla di riferibile a problemi cardiaci.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 141XXX

Iscritto dal 2010
Intendo che mi sveglio perché. non mi sento bene e mi parte una sorta di pre svenimento con tutta la sintomatologia ad esso associata, ma senza perdita di coscienza.Ultimamente gli stessi sintomi sono scaturiti da una tachicardia successiva a dei colpi di tosse insistenti.
[#5] dopo  
Utente 141XXX

Iscritto dal 2010
L‘holter l‘ho fatto, ma se il problema non si verifica durante la registrazione, ovviamente non emerge niente. Ho paura che si tratti di aritmia e sono preoccupata. Mi spaventa tanto però lo studii elettrofisiologico..Mi dica cosa posso fare..Grazie
[#6] dopo  
Utente 141XXX

Iscritto dal 2010
L‘holter l‘ho fatto, ma se il problema non si verifica durante la registrazione, ovviamente non emerge niente. Ho paura che si tratti di aritmia e sono preoccupata. Mi spaventa tanto però lo studii elettrofisiologico..Mi dica cosa posso fare..Grazie
[#7] dopo  
Utente 141XXX

Iscritto dal 2010
L‘holter l‘ho fatto, ma se il problema non si verifica durante la registrazione, ovviamente non emerge niente. Ho paura che si tratti di aritmia e sono preoccupata. Mi spaventa tanto però lo studii elettrofisiologico..Mi dica cosa posso fare..Grazie
[#8] dopo  
Utente 141XXX

Iscritto dal 2010
Intendo che mi sveglio perché. non mi sento bene e mi parte una sorta di pre svenimento con tutta la sintomatologia ad esso associata, ma senza perdita di coscienza.Ultimamente gli stessi sintomi sono scaturiti da una tachicardia successiva a dei colpi di tosse insistenti.
[#9] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Può ripetere l'Holter sperando che i sintomi si verifichino durante la registrazione, ma se la tachicardia dura poco (secondi) non sarà nulla di preoccupante. Diversamente scelte non ne ha...occorrerà lo studio elettofisiologico, che comunque è un'indagine che viene fatta anche ai bambini...in mani esperte è un'esame diagnostico come tanti altri.
Cordialità
[#10] dopo  
Utente 141XXX

Iscritto dal 2010
Innanzitutto grazie per la disponibilità. Vorrei precisare alcune cose. La tachicardia dura alcuni minuti. Non si é mai verificata di giorno, ma sempre di notte..Tranne l‘ultima volta, scatenata da alcuni colpi di tosse ravvicinati, di solito si manifesta senza causa apparente, forse associata a problemi digestivi. Sono preoccupata perché ho collegato questi ultimi malori, contemporanei al cardiopalmo, con altri malori notturni, senza tachicardia, a cui non é stata data altra giustificazione. se non quella di probabili attacchi di panico. Secondo lei questi episodi possono essere le due facce di una stessa medaglia? In altre parole, é possibile che si sia trattata di lipotimia, da bradicardia ( nei casi recenti) e associata a tachicardia, in quello successivo?
[#11] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Guardi parlare per supposizioni non porta a nulla. Le cose vanno dimostrate per una diagnosi corretta. Quindi rimane il consiglio che le ho già dato: Holter seriati o studio elettrofisiologico.
Saluti
[#12] dopo  
Utente 141XXX

Iscritto dal 2010
É preferibile lo studio elettrofisiologico transesofageo o quello endocavitario? Quale dei due é più fastidioso?