Utente 204XXX
Salve sono una ragazza di 33 anni, sono molto ansiosa, ad ogni piccolo dolore mi sale l'ansia, ho paura di stare male, ho paura di svenire, siccome mio padre ha problemi al cuore (ha avuto 2 infarti a 36 anni e a 46 anni) ho paura che mi possa prendere anche a me un infarto.
Questa mattina mi sono sentita male, ho iniziato a tremare dentro, inzialmente pensavo che era l'inizio della debolezza, ma poi non sentivo fame quindi ho iniziato ad avere un pò di paura, sentivo una strana sensazione alla testa, mi sono sdraiata con le gambe appoggiate alla sedia, ma la situazione non cambiava, quindi ho preso un bicchiare d'acqua con il sale, ho mangiato una brioche ora sembra che sto meglio ma sento qualcosa dentro di me che non va... Ho dolori allo stomaco, ho misurato la pressione e la prima volta avevo 107 max 78 min e 96 battiti al minuto, la seconda volta avevo 104 max 71 min e 85 battiti al minuto. Questi battiti così alti mi fanno paura.. ho anche dolore alla testa, cos'è? E' un principio di infarto??? Questa mattina mi sono arrivate le mestruazioni. I battiti del cuore così forti cosa vogliono dire????

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Gentile utente
certo continuando in questo modo l'infarto può procurarselo lei....(si chiama Sindrome di Tako Tzubo e corrisponde al vecchio famoso "crepacuore").
L'ansia non è mai una buona consigliera. Capisco le sue paure per la familiarità alla quale ha fatto riferimento, ma nella vita occorre anche giudizio e tante cose vanno prese con filosofia. La predisposizione genetica che ha non può modificarla (è un regalo di suo padre), ma questo non significa che avrà un infarto, tanto più se non aggiunge i fattori di rischio acquisiti (come lo stile di vita, le abitudini alimentari, il fumo di sigaretta, l'obesità ect). Altre persone hanno ereditato la predisposizione a malattie come i tumori, ma non per questo necessariamente moriranno per cancro. Così come ci sono persone che non presentano alcun fattore di rischio (nè congenito nè acquisito) e nagari fanno l'infarto in giovane età.
Viva la sua vita e non pensi all'infarto. Faccia solo una stratificazione presso un cardiologo di fiducia.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio per la cortese risposta.
Cordiali saluti.