Utente 259XXX
Sono un paziente con diagnosi di reni policistici.
Il citologico urinario ha evidenziato "reperto infiammatorio. Presenza di batteri ed alcune emazie". Lo stesso giorno gli esami avevano riscontrato creatinina 1.3; sodio 138; urea 33; potassio 4.4; proteinuria nelle 24h 200; proteine totali 8; cloro 99.
Ferritina 16; ematrocrito 43.8%; emoglobina 15.1.
Neutrofili 40.3%, linfociti 48.1%. Gli altri valori sono nella norma.

Vorrei capire cosa significano questi esami, in particolare l'esito del citologico che mi suona ESTREMAMENTE sinistro. Vorrei capire se è giustificato un consulto urgente oppure sto esagerando (come purtroppo mi capita spesso di fare).
Con i miei migliori saluti
[#1] dopo  
Dr. Filippo Mangione
28% attività
4% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Salve,
non c'è NULLA di estremamente sinistro nel referto del citologico urinario, che segnala, come chiaramente scritto, reperti infiammatori.
E' assolutamente da escludere la presenza di una infezione delle vie urinarie. Accanto all'esame clinico, potrebbero essere indicate urinocoltura ed eventualmente ecografia urinaria.

Saluti
[#2] dopo  
Utente 259XXX

Iscritto dal 2012
Gentilissimo dottor MANGIONE,

grazie per la celerità della sua risposta.
Venerdì conto di parlare con il mio medico di famiglia, ma mi creda: Lei mi ha risparmiato due giorni di ansia e patemi d'animo.

Con i miei più sentiti ringraziamenti e migliori saluti,
EF (utente 259855)