Utente 814XXX
Chiedo se sia normale che a distanza di 2 mesi e 12 giorni da un intervento di svuotamento del cavo sottomandibolare sx, ferita chirurgica di 22 cm, da dietro l'orecchio a sopra la clavicola sx e 23 punti metallici di sutura, per la rimozione di un linfonodo maligno e per l'asportazione di altri linfonodi della zona a fini di esame istologico, per fortuna negativi, io abbia ancora il collo indurito, come un manicotto di cuoio ed inoltre parestesia all'orecchio sx e dall'emitorace sx al capo della spalla sx.
Sto facendo radioterapia e sono alla 5^ applicazione, ma l'indurimento era già presente, così come all'atto della rimozione dei punti di sutura. Ho 73 anni ben portati e senza altri problemi di salute.
Una risposta è necessaria per tranquillizzarmi grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Gent.mo Sig.,
quanto Lei riferisce può anche essere normale in seguito ad un intervento chirurgico piuttosto invasivo, quale quello cui Lei è stato sottoposto, ed ancor più durante e dopo un ciclo di radioterapia.
E' comunque opportuno parlarne con i sanitari che La seguono clinicamente.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 814XXX

Iscritto dal 2008
Buon giorno dottore.
La ringrazio della risposta. Le volevo precisare che l'indurimento era già presente prima di iniziare la radioterapia, che sto facendo dal 23/7, vale a dire dopo due mesi e 6 giorni dall'intervento avvenuto il 17/5. Ne ho parlato con una dottoressa del reparto in cui fui operato. Ha valutato de visu la cosa e non ha potuto che confermarmi quanto da Lei, dott. Miotti, mi ha riferito nella cortese ripsosta. La domanda che continuo a fare è: una volta terminata la radio -che non migliora certamente la situazione ora- con quale trattamento (farmacologico, fisioterapico od altro) si potrà attenuare - se si sttenuerà- il problema ora presente? Cioè è una cosa che permarrà nel tempo o si potrà avvertire un rilassamento, così come la perestesia che avverto e che so occorreranno almeno 6 mesi per ristabilire una qualche normalità?. Una risposta sincera mi è di conforto, anche per mia moglie che la cosa la sta vivendo con molta apprensione ed ansia.

Grazie.