Utente 261XXX
Salve,
sono un ragazzo di 18 anni e vorrei esporre il problema che mi affligge e mi sta piano piano rovinando la vita.
Da circa 1 mese, alzandomi in piedi, mi gira molto fortemente la testa, sudo freddo, mi si arroventano fronte e occhi e perdo temporaneamente la vista, che diventa completamente offuscata da una miriade di puntini blu violacei. Il medico mi ha detto di fare tutti gli esami del sangue, in quanto sospetta di mancanza di ferro. Dopo qualche giorno peró ho notato che posso osservare i puntini piú o meno su qualunque superficie, soprattutto al buio o su pareti illuminate, ma osservando il cielo vedo tantissime "comete" che corrono a grande velocità.
Da 3 settimane inoltre soffro di fastidiose mosche volanti. All'inizio si trattava di un puntino nero e non ci facevo molto caso, ma da 10 giorni circa si stanno letteralmente moltiplicando. Le vedo sempre più, piano piano indifferentemente dalle condizioni di luce.
Sono molto presenti all'occhio sinistro, con il quale vedo 6/10. Si presentano come un gigantesco filamento nero che si ramifica in due parti trasparenti con a capo dei pallini tipo cellule al microscopio altrettanto trasparenti. All'occhio destro, 5/10, vedo solo le palline, ma sono pochissime e impercettibili a meno che io mi sforzi. E' comparso tutto cosí all'improvviso che sono quasi terrorizzato. La notte inoltre, a volte, muovendo gli occhi di scatto vedo un flash blu dalla direzione in cui sono partiti. Sono terrificato dall'idea di dover stare con questi affari per il resto della vita. Dicono "abituati" ma mi è impossibile. Oggi al mare è stata una tortura, e quasi non ho riconosciuto mio padre per via di quel coso che si trova più o meno al centro del camo visivo (parlo dell'occhio sinistro). Ho perso fiducia nel mio corpo, in me stesso, è terribile. Ho prenotato tramite il medico di base una visita oculistica presso un ospedale, anche se andró con la consapevolezza che ormai ció che é fatto è fatto. Ho sempre bevuto pochissimo e mangiato pochissima frutta e verdura e ora me ne pento amaramente.
Mi scuso per la lunghezza, ma volevo esporre il tutto con chiarezza. Ora mi chiedevo, ho qualche speranza? Almeno migliorare la situazione, so che indietro non si torna se non con la vitrectomia, anche se preferirei evitarla per via del rischio di cataratta, o quanto meno ritardarla finché non diventa inevitabile. E i costi sono elevati?
Vi ringrazio in anticipo.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
chiedo scusa
mi copia il referto del medico oculista che l'ha visitata?