Utente 559XXX
gentili dottori putroppo nella primavera del 2008 mi sono sottoposto ad un intervento di falloallungamento presso una famosa e pubblicizzata clinica del nod italia che promuove varie chirurgie ""estetiche "" sui genitali maschili
L operazione che doveva essere una sciocchezza(a dire di chi l ha eseguita che non mi sento di chiamare dottore) inquanto a recupero post operatorio e successo estetico si è rivelata dolorosa lunga come post operatorio e per nulla soddisfacente a livello estetico
per molto tempo ho dimenticato di questa operazione inquanto dopo i primi mesi dall intervento non ho avuto dolori particolari .
anche nei rapporti nessun problema.
ultimamente pero durante la doccia notavo come qualcosa di anomalo nella zona inguinale(in un primo momento ho pensato all ingrossamento di qualche ghiandola) proprio vicino alla cicatrice dell operazione. penso che si tratti del distanziatore anzi ne sono praticamente sicuro perche se palpo la zona si vede sporgere un bordo ben definito che si alloggia proprio tra pube e pene che pero è visibile solo nell inguine a destra mentre nella parte di sinistra no
ho gia prenotato un ecografia e una visita urologica volevo preo il vostro parere per sapere se varrebbe la pena andare a levare questo distanziatore e vorrei sapere se questo spazio che si verrebbe a creare senza distanziatore mi potrebbe dare problemi ? visto che il legamento è stato sezionato?
grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
serve una attenta valutazione clinica in diretta per valutare se è il distanziatore ad essere alla origine dei suoi fastidi. E comunqure in questo tipo di operazioni il legamento sospensore viene sempre sezionato. Sarà cura del chirurgo chidere con punti o materiale riassorbilbile lo spazio lasciato dal distanziatore rimosso. Poi sa, mica per ridere, ma se, come pare le sue dimensioni sono normali, lo sa che la psicoterapia è più efficae della chirurgia in questi casi?.
[#2] dopo  
Utente 559XXX

Iscritto dal 2008
gentile dottor Giorgio putroppo lo so non ho dubbi ma all epoca dell operazione mi sono lasciato abbindolare dalla sicurezza che mi ha dato a parole il signore che ha eseguito questa tecnica.
presto mi faro visitare pero dopo l ecografia e spero solo che se ci sara un altra operazione non peggiori le cose...anche perche ora le cicatrici si sono rimpicciolite visto che per i primi due anni erano enormi ...
potrebbe anche essere che il distanziatore fosse gia messo in questo modo ma non me ne ero mai accorto che spuntava un angolo nella zona inguinale a filo del pube
dopo 4 anni potrebbe ancora muoversi il distanziatore ?
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
certo che potrebbe.
[#4] dopo  
Utente 559XXX

Iscritto dal 2008
approfitto della sua disponibilita immediata per chiederle ancora una cosa.
dopo tutto questo tempo rimuovendo il distanziatore il legamento sospensore si ricongiunge ?
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Ni, in se4nso tecnico no, in senso reali sì: nel senspo che il pene ha buone possibilità mdi divenire delle dimensioni originale.
[#6] dopo  
Utente 559XXX

Iscritto dal 2008
questo per la mancanza del distanziatore che tiene spinto in basso o per una questione di tessuti ?
vorrei aggiungere che l allungamento non c e mai stato è solo cambiato il punto di "inserzione" (diciamo) che ora è piu basso e in prospettiva ai testicoli puo apparentemente ingannare uno sguardo frontale.
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
"vorrei aggiungere che l allungamento non c e mai stato" allora non so che dire. Aspettiamo esito visita