Utente 259XXX
Salve, volevo sapere da voi medici cardiologi, delucidazioni aggiuntive al mio dubbio, ho da sempre fin da 15/16 anni di età un blocco branca destro, ma mi han sempre detto di non preoccuparmi. Avendo avuto recentemente un episodio presincopale, preceduto da extrasistole, sudorazione, terrore, ma non perdita di conoscenza, ed essendomi recato subito in ps, eseguo ecg normale (bbdx), visita, e dimesso come episodio vasovagale, (assumo da 1 mese triatec per pressione alta), ed assunzione di te 1,5 ltr in 2 ore.
Mi documento e mi terrorizzo all'idea della morte improvvisa da sindrome di brugada, e cardiomiopatia aritmogena del ventricolo destro, (rassicurato recentemente da un vostro collega).
Ho eseguito un mese fa appunto ecg, eco cuore, cicloergometro, tutto normale, apparte pressione alta allo sforzo (prima della cura).
Ho paura della brugada cosa ne pensate? Maurizio tu che ne pensi? (ci conosciamo personalmente).
Ho ecg holter 24 ore il 2/08, e visita aritmiologica solo il 24/09...in attesa ringrazio tutto lo staff.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Russo
36% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,

l'aspetto elettrocardiografico tipico della Sindrome di Brugada, ad un occhio esperto, è facilmente riconoscibile e differenziabile dal comune e diffuso blocco di branca destra. Il collega aritmologo che La valuterà sicuramente saprà rassicurarLa ed in caso di dubbio diagnostico consigliarLe il percorso da seguire.

Cordiali Saluti
[#2] dopo  
Utente 259XXX

Iscritto dal 2012
Grazie dottore, della sua risposta, ma sa leggendo gli approfondimenti su questa patologia, sembra quasi impossibile una corretta diagnosi, ed è proprio questo che spaventa chi ha il dubbio di averla.
percepisco il mio battito cardiaco spesso al mattino, non tachicardie frequenti, ma a volte 100-110 bpm li ho avuti.
In famiglia ho ancora tutti i nonni, genitori,zii e fratelli viventi, questo da un lato mi tranquillizza, anche se sono documentati casi in cui questo non è bastato.
Mi sento impotente, ed incapace ad affrontare questa situazione angosciante.
Di ecg ne ho fatti diversi negli anni, sempre il bbdx.
L'ignoranza è brutta, e la morte improvvisa terrorizza.
Grazie e buon lavoro dott. Russo