Utente 252XXX
Buonasera,
mi rivolgo a voi per ricevere dei pareri in merito a una strana cosa di cui soffro da un paio di mesi. Sono una ragazza di 21 anni, che ha soffero di strabismo da piccina, ed è stata corretta a furia di esercizi da un'ortottista, che tuttora una volta all'anno mi vuole controllare. Sono anche ipermetrope e un po' astigmatica. Mi mancano circa 5.50 all'occhio sinistro, e 4.50 all'occhio destro. Praticamente, son mezza acciecata. L'ultimo controllo dall'oculista l'ho fatto circa 4 mesi fa. Da cui ne è risultato che la vista NON è calata, e che posso continuare a usare sempre gli stessi occhiali e lenti a contatto. Durante la visita, mi hanno messo l'atropina, e mi hanno controllato l'interno dell'occhio, che è a posto, tranne per un piccolo neo dietro l'occhio sinistro. L'oculista però mi ha detto che non c'è da preoccuparsi. Da un paio di mesi però, non so cosa mi è successo, ma di punto in bianco non vedo bene dall'occhio sinistro. Specie a leggere. E' come se la vista fosse calata. Dall'occhio sinistro vedo molto offuscato, più del solito. Questo mi succede di più quando indosso le lenti a contatto, che quando uso gli occhiali da vista. In ogni caso, se provo a tapparmi l'occhio destro, dal sinistro non vedo praticamente un tubo. Le immagini le vedo, ma le scritte... zero proprio, e sento che mi fa male l'occhio (forse perchè lo sforzo cercando comunque di leggere). Ma vedo tutto quanto offuscato (per non dire... in penombra), e le scritte mezze deformate. Ora sono preoccupata. Ho letto su internet di retiniti e malattie che portano alla ciecità, e ora non so cosa fare. Secondo voi cosa può essere? Se ho fatto la visita oculistica di recente, e ne è risultato che non ho niente, e che la mia vista è sempre uguale, posso star tranquilla, e fare un controllo l'anno prossimo come al solito, o sarebbe meglio farmi rivedere a breve? Grazie dell'attenzione.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
per fugare ogni dubbio
eseguiamo

esame OCT testa del nervo ottico e macula

ecografia bulbare

e

campo visivo

e naturalmente fundus oculi e tonometria...

se vuole anche transitando in un PRONTO SOCCORSO OCULISTICO

descrive sintomi che non mi piacciono
[#2] dopo  
Utente 252XXX

Iscritto dal 2012
Alla fine sono riuscita a procurarmi subito una visita dalla mia ortottista, la quale ha notato anche lei che dall'occhio sinistro vedo di meno. Arrivo però ai deci decimi stiracchiati. Mi ha detto che è peggiorato l'astigmatismo, e ha pensato che ciò fosse dato dal fatto che essendo a casa negli ultimi tempi, alterno occhiali e lenti a contatto in modo inadeguato e la cornea ne risente. Valutando però anche la possibilità che mi fossero rimaste della cicatrici sulla cornea, in seguito a una cheratite che ho avuto 5 anni fa, mi ha mandata dall'oculista, che mi ha fatto la visita senza e con atropina. Di cicatrici non ce ne sono, fortunatamente, e anche la macula è a posto. Mi ha fatto anche la tonometria. Mi ha detto poi che ho la lacrima un po' densa, e che è meglio se uso le lenti a contatto accompagnate dalle lacrime artificiali.Siccome però (perdoni il mio linguaggio poco tecnico), i gradi di astigmatismo che mi mancano sono pochi per poter fare una lente a contatto anche per correggere l'astigmatismo, hanno deciso di aumentarmi di 0.25, la lente a contatto sinistra per l'ipermetropia. Quanto agli occhiali, quelli ha detto che vanno ancora bene. Per assicurarmi che tutto fosse ok, ho anche chiesto se la retina non si sia per caso distaccata o che, ma l'ortottista mi ha sorriso e mi ha fatto capire che non è niente di tutto ciò. Spero di poter stare tranquilla adesso. Che ne pensa?