Utente 262XXX
Buongiorno, mi sono accorta da poco di soffrire di bruxismo da attribuire sicuramente ad un fattore nervoso.
Nello specifico stringo molto forte i denti di notte, con conseguente usura di questi ultimi e contratture ai muscoli cervicali. Il dentista mi ha costruito un Bite rigido da mettere di notte sull'arcata superiore, fatto su misura.
Il problema è nato dal fatto che nell'arcata superiore mi manca un dente, l'ultimo in fondo, dal lato destro. Quindi il bite è rimasto dal lato destro più corto, proprio per l'assenza di questo dente.
Indossando il bite di notte mi sono svegliata il giorno dopo con dolori molto forti solo dal lato destro del corpo che partono dalla cervicale e arrivano fino alla schiena, esattamente quello dal quale mi manca il dente. E mi sono accorta che il bite non appoggia in modo uguale su entrambi i lati. Ma sul lato sinistro dove sono presenti tutti i denti appoggia prima, mentre sul lato destro dove in fondo all'arcata superiore manca un dente, c'è più dislivello.
Come conseguenza i denti dell'arcata inferiore in pratica, dal lato sinistro, hanno più appoggio, mentre sul lato destro in fondo, l'ultimo dente in basso a destra non appoggia sul bite (poichè manca il dente superiore corrispondente) .
Ho riferito al dentista di questi dolori mai avuti e iniziati proprio il giorno dopo avere usato il bite, ma lui nega che siano riconducibili al bite e comunque a mio parere non potrebbe far nulla perchè ormai l'apparecchio è costruito più corto da un lato.
Ho paura ad utilizzare questo apparecchio che penso mi danneggi più che aiutarmi, ma devo proteggere i miei denti dal digrignamento. Come posso fare?Tra l'altro ho speso tantissimo per questo bite, secondo voi è utilizzabile? o il dolore che mi provoca è normale ed è sintomo di un riassestamento mandibolare e posturale?Grazie mille

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Marco Finotti
44% attività
8% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
mi viene da supporre che i disturbi che compaiono con l'utilizzo del bite siano proprio collegati allo stesso.
potrebbe essere sufficiente un controllo su contatti sì da equilibrarli e non dare così importanza al dente in meno in quanto con bite o senza comunque è più corta
potrebbe anche essere consigliabile un bite con morfologia diversa o in arcata inferiore
le ipotesi possono essere diverse non conoscendo il caso ma se mi dice che i dolori sono comparsi al posizionamento ( e dunque non ci dovrebbero essere se non lo porta ) direi che il collegamento è evidente
cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 262XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille.
Non so per quale motivo invece il mio dentista si rifiuta di ammettere che ci sia un collegamento. In effetti provando a dormire senza il bite i dolori sono scomparsi.
Quello che vorrei sapere è se è normale avere questi disturbi inizialmente, se potrebbe essere il risultato di una funziona correttiva dello stesso e perciò sintomo di un beneficio, o invece la spia che non funziona a dovere.
Perchè ora il mio dentista è in vacanza e non posso farlo controllare. Nel frattempo non so se continuare a utilizzarlo oppure no.
Se il dentista dovesse ritenere che sia più idoneo un altro bite con morfologia diversa dovrei di nuovo pagare l'intera cifra e quindi i soldi del primo andrebbero buttati? o la spesa è a carico del medico che non ha saputo indirizzarmi subito sull'apparecchio adeguato?
[#3] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
16% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Ci sono due tipi di bite:
* quelli fatti bene
* quelli fatti male.

I primi funzionano, i secondi no.

I bravi professionisti fanno molti bite "bene" e pochi "male".
Le capre fanno molti bite "male" e li fanno "bene" sono quando sbagliano.

Io non so se è un bravo professionista che le ha fatto il bite.
So che, quando ne faccio uno "male" (e succede) me ne accorgo, perchè il paziente ha dolore.

Quello di dire "va tutto bene" quando c'è l'evidenza che non è così non mi sembra un discorso molto pulito.
Puzza.
Il rifacimento dovrebbe essere a carico del professionsita che l'ha eseguito.
Sempre che sia capace di "farlo bene", il bite, cosa che ignoro.

Nel frattempo le suggerisco di non indossarlo.

Per quanto riguarda il bruxismo , le suggerisco la lettura degli articoli pubblicati sul mio sito www.malocclusione.it
[#4] dopo  
Utente 262XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio molto per la risposta.
Sicuramente per il momento non indosserò più il bite anche perchè mi provoca dolori insopportabili.
Non mi pare in effetti che il mio dentista abbia tenuto un comportamento molto corretto, e ho dei dubbi che sia in grado di rimediare al problema.
Nel frattempo penso che mi convenga fare una visita da un professionista specializzato in quest'ambito.
Grazie ancora.
Cordiali saluti