Utente 253XXX
Gentili Dottori, vi riporto di seguito la mia esperienza e spero possiate tranquillizzarmi perchè sono davvero spaventata. Il 20 Luglio è nata la mia prima bimba con taglio cesareo d'urgenza a causa di una sofferenza fetale della bimba. Per fotuna il parto va bene e la bimba sta bene. Solo mi dicono che hanno trovato un utero molto varicoso ed ho perso un po' più di sangue. Mi misurano l'emoglobina e risulta 8.1. Il 21 Luglio risulta 7.7, il 23 Luglio la mattina 6.7 e il pomeriggio 6.6, il 24 Luglio 6.8. Mi fanno un'ecografia dell'addome e trovano soltanto un ematoma di 2 cm sulla parete addominale, sotto la ferita. Decidono comunque di farmi die sacche di sangue di trasfusione. Il giorno seguente, ovvero il 25 Luglio, l'emoglobina era risalita a 9.9. Mi mandano a casa in dimissione protetta. Faccio un emocromo il 26 Luglio e l'emoglobina è salita ulteriormente a 11.4. Mi tranquillizzo. Ieri, ovvero il 31 Luglio, mi reco in ospedale per un controllo: l'emoglobina risulta sempre 11.4 ma all'ecografia rilevano un ematoma interfasciale ed in parte sottofasciale di ben 12 cm. Mi ricontrolleranno tra pochi giorni. Ma come mai prima risultava di 2cm ed ora di 12 pur essendo l'emoglobina ferma e quindi non dovendoci essere perdita? Vorrei sapere il vostro parere a riguardo e soprattutto cosa rischio. Mi dicono nulla, ma io sono terrorizzata. Graie mille.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Un ematoma di quella dimensione non incide sui valori dell'emoglobina. In ogni caso tale raccolta dovra probabilmente essere evacuata. La misura terapeutica corretta verra comunque consigliata alla visita di controllo. Nulla di preoccupante.
[#2] dopo  
Utente 253XXX

Iscritto dal 2012
Gentile Dr Rossi, innanzitutto grazie per la risposta. Quindi un ematoma di 12 cm non giustifica il calo di emoglobina che ho avuto? Dunque da cosa può essere dipeso il calo di emoglobina? E adesso si può considerare stabile? Cioè, da quel punto di vista si può stare sicuri? Per quanto riguarda l'ematoma invece, da cosa dipende? Potrebbe anche crescere? Parlavano di vedere se si riassorbe...Ma qual è la procedura per evacuarlo?
Di nuovo grazie mille
[#3] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Il calo dell'HB è stato causato verosimilmente dal sanguinamento relativo all'intervento e alla varicosita uterina. L'ematoma è causato dal sanguinamento dei piani muscolari. Se non vi sarà il riassorbimento una minima incisione permetterà la fuoriuscita del sangue o siero raccolto.
[#4] dopo  
Utente 253XXX

Iscritto dal 2012
Scusi la domanda, ma ci tengo a capire cosa mi è successo: se si tratta del sangue perduto durante l'intervento, è normale che l'emoglobina sia continuata a scendere nei giorni successivi? Posso escludere dunque di avere ancora una perdita di sangue interna? O devo continuare a monitorare l'emoglobina nel dubbio, nonostante sia stabile ormai da 5 giorni, praticamente da dopo la trasfusione? Il mio terrore era proprio quello di una perdita interna. Per quanto riguarda l'ematoma invece, il fatto che in una settimana sia passato da 2 a 12 cm cosa significa? Sto ancora sanguinando? Come mai capita questa cosa? L'incisione di cui mi parla avviene in anestesia locale?
Tutta la situazione comunque secondo lei è tranquilla?
Mi scusi la miriade di domande, ma sono rimasta veramente scioccata da questa esperienza, soprattutto quando mi hanno detto della trasfusione. Ed ora questo ematoma mi mette altri pensieri e non mi permette di godermi la mia bambina...
Grazie mille
[#5] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Il fatto che l'HB si sia stabilizzata indica che non vi è più sanguinamento. I valori di emoglobina inoltre tendono a diminuire dopo un sanguinamento anche a causa dell'emodiluizione provocata dalle fleboclisi. Pertanto viva serena.
[#6] dopo  
Utente 253XXX

Iscritto dal 2012
Mi scusi Dottore, mi levi un ultimo dubbio. Ma quanto dura l'effetto di una trasfusione? Mi spiego meglio: se la perdita di sangue è minima, il fatto che l'HB non cali da una settimana non potrebbe dipendere dall'effetto benefico della trasfusione fatta 8 giorni fa? Oppure sarebbe calata comunque e quindi è certo che non vi è più sanguinamento?