Utente 262XXX
Buongiorno, ho 28 anni e da sempre soffro di eiaculazione precoce (ho iniziato l'attività sessuale a 17). Da ormai 5 anni ho una relazione stabile con la mia ragazza, la quale, a dire il vero, non ha mai dimostrato particolare insofferenza verso questo mio problema, anche perchè spesso io continuo la penetrazione anche dopo aver eiaculato, talvolta raggiungendo (con gran fatica e poco piacere) una seconda eiaculazione. Recentemente ho parlato del mio problema ad uno specialista andrologo, che mi ha prescritto Daparox gocce da prendere 1-1.5 ore prima del rapporto, partendo da 5 gocce per salire, se necessario, fino a un massimo di 12. Ora, al di là che questo specialista mi ha fatto un'ottima impressione e sono molto fiducioso sull'effetto della terapia, sono un po' preoccupato per il fatto che il Daparox è un antidepressivo, farmaco di cui fortunatamente non ho mai avuto bisogno e non ritengo di aver bisogno, ritenendomi sostanzialmente soddisfatto della mia attuale vita. La mia paura è che possa provocarmi effetti sull'umore (sbalzi d'umore, sonnolenza, perdita di attenzione...), sul fisico (nausea, inappetenza) o che possa creare dipendenza, creando quindi problemi tutto sommato più grossi di quello che si vuole andare a risolvere. Vorrei avere un parere a riguardo: l'EP è un problema che ormai da anni sogno di risolvere (e stupidamente non ho mai trovato il coraggio di parlarne con uno specialista), ma se questo comporta arrecare danni alla mia salute mentale, non credo che il gioco valga la candela.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

L'eiaculazione precoce e' un sintomo di cui soffre circa il 30% dei maschi e puo' essere curato in modo definitivo xia attraverso l'uso di farmaci come quello dalei indicato sia attraverso sedute psicosessuologicge. Lo scopo e' di ridarle serenita' ed equilibrio psicofisico per poter dire di aver risolto definitivamente la problematica. Segua i consigli del suo specialista e valuti come evolve la cosa ed eventualmente ci faccia spere.

Cordialita'
[#2] dopo  
Utente 262XXX

Iscritto dal 2012
Gent.mo dottor Maretti,
la ringrazio molto per la cordialità e la velocità nella risposta. La mia preoccupazione è probabilmente dettata dal fatto che prendere antidepressivi fa sempre un po' paura, specialmente se non si è depressi.Comunque, come dicevo, ho grande fiducia nello specialista che mi ha visitato, che mi è sembrato una persona per bene, oltre che preparata, e di conseguenza seguirò dettagliatamente la cura. Se eventualmente poi dovessi accusare qualche sintomo legato all'assunzione di Daparox, posso smetterlo immediatamente oppure è uno di quei medicinali che vanno smessi gradualmente? Scusi se insisto ma (fortunatamente) al di là di qualche antibiotico e qualche antiinfiammatorio non ho mai dovuto prendere medicinali quindi la cosa mi mette abbastanza in apprensione.
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Premesso che queste domande le deve porre al suo prescrittore, se ha appena iniziaato puo' smettere quando crede a qquesti dosaggi.

Cordialita'
[#4] dopo  
Utente 262XXX

Iscritto dal 2012
Gent. dott. Maretti,
la ringrazio molto per il consulto e per la gentilezza e le invio i miei più cordiali saluti.
[#5] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Prego e se servisse siamo a disposizione.