Utente 250XXX
Gentile dottore,
ho 50 anni, non fumatrice, affetta da problemi di aritmia da sempre. Dopo aver sofferto per anni di tachicardia atriale, ho subito ablazione transcatetere nel 2006 presso l'Ospedale San Raffaele ma il problema delle extrasistoli, che io ho sempre avvertito in maniera molto disturbante, non si è mai risolto del tutto.
Dopo aver fatto l'ablazione poi mi era anche esploso il Morbo di Basedow dal quale sono guarita dopo assunzione di radioiodio 131.
Ho eseguito decine di elettrocardiogrammi e faccio regolarmente l'ecocardiogramma, che presenta un piccolo rigurgito mitralico con minima insufficienza. Le extrasistoli, che possono presentarsi in forma singola o plurime, caotiche, che mi spaventano davvero tanto, sono spesso legate ad eruttazioni. In quei giorni prendo un po' di Maalox. Non sono affetta da ernia iatale.
Assumo attualmente Eutirox 75 e Inderal 40 1/4 di compressa ogni 12 ore. Mi sembra proprio di capire che con queste maledette extrasistoli bisogna convivere...
Io non bevo caffé, thé, sono astemia. Cosa posso fare di più?
La ringrazio se potrà cortesemente darmi un consiglio.
Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ugo Miraglia
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
quando vi sono problematiche legate alla funzione tiroidea le extrasistoli sono inevitabili. Stia serena