Utente 257XXX
salve a tutti,

vorrei porvi una domanda specialistica: per sintomi da reflusso gastrico esofageo, per intenderci, disfagia e dolore/bruciore alla base del collo ( subito sopra il costato) è meglio una terapia con pantoprazolo o esomeprazolo o sono equivalenti?

perchè l'esomeprazolo in passato dopo alcuni mesi mi faceva aumentare i fastidi, ma detto ciò tra i 2 qual è piu indicato per i miei sintomi da esofagite da reflusso? ( diagnosi fatta da un gastroenterologo)


e inoltre, posso assumere uno dei 2 insieme a debridat capsule o c'è qualche controindicazione?


grazie
[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
entrambe le molecole sono indicate.
La terapia medica a base di PPI, procinetici e gastroprotettori è efficace in molti casi, ma non elimina la causa del reflusso.
Al trattamento farmacologico vanno sempre associate norme dietetico-comportamentali essenziali: ridurre l'assunzione dei cibi che in qualche modo stimolino la produzione acida o siano acidi essi stessi (pomodoro, agrumi, liquirizia, menta, cioccolato), evitare assolutamente il fumo e l'alcool, non coricarsi se non ad almeno 2 ore dalla fine del pasto serale, per dar modo allo stomaco di svuotarsi, inclinare il letto in modo che il torace si trovi in posizione sollevata rispetto all'addome.

Saluti
[#2] dopo  
Utente 257XXX

Iscritto dal 2012
grazie dottore. 1 dei 2 IPP si possono prendere al mare vero? non creano problemi di fotosensibilità vero? grazie
[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Vada tranquillo.

Buone vacanze