Utente 217XXX
lEs. Dott. sono una donna di mezza età , e soffro da circa 30 anni di crisi da F.A.parossistica. Alcune volte si sono risolte con terapia con flebo e per 2 volte ho subito cardioversione elettrica, ho eseguito anche lo studio elettrofisiologico senza ottenere risdultato. Sono costantemente in terapia con Ritmonorm 450 al di e cadioaspirina. Da un controllo ecocardiografico per la prima volta mi è stato diagnosticato: ampio aneurisma interatriale (21X14 mm) con sospetto PFO. Vorrei un Suo parere. Devo eseguire altri accertamenti? é una cosa pericolosa? Se avessi effettuato più costantemente e più riavvicinata le ecocardiografia, si sarebbe scoperto prima? Oppure è una cosa che si crea in poco tempo? Io, da un po' di tempo avverto degli sbandamenti, come perdita di equilibrio. Vorrei un Suo consiglio dato che altre volte mi sono affidata allaVs consultazione. Ringrazio di cuore e cordialmente saluto. Lucetta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ugo Miraglia
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
in questi casi si esegue un ecocardiogramma transesofageo o un doppler transcranico per vedere se esiste realmente il PFO.
[#2] dopo  
Utente 217XXX

Iscritto dal 2011
es. dott. La ringrazio molto per la sollecita risposta, però io sono molto preoccupata e finchè non avrò eseguito gli esami da Lei consigliati, non sarò tranquilla. Però il mio dubbio è quello di cui Le avevo parlato e cioè se è una cosa pericolosa e se si sarebbe potuto diagnosticarlo prima, se non fossi stata un po, indolente. La ringrazio nuovamente. cordialmente La saluto.