Utente 873XXX
salve, oggi sono andato a fare un prelievo per delle analisi. Qualche secodo dopo l'inizio del prelievo comincia a girarmi la testa, aversto un senso di vertigine e sonnolenza.. così perdo conoscenza, quando mi risveglio mi ritrovo circondato da medici. Niente di che.. un pò di acqua e zucchero e mi riprendo, a un certo punto però mi dicono che soffro di tachicardia perchè il cuore aveva iniziato a battere senza sosta (palpitazioni) .. io mi chiedo.. dovrei fare qualcosa? faccio sport da quando ero piccolo e a livello agonistico da anni, sto attento all'alimentazione, quindi mangio con davvero poco sale. Insomma avrei potuto pensare tutto tranne di essere affetto da tachicardia o ipertensione. Ineffetti ora che ci penso (non so se la cosa sia collegata) ma quando "esagero" in sport di resistenza ad esempio nella corsa sento il cuore che quasi mi scoppia, tanto da dovermi fermare e cominciare a respirare affannosamente (sensazione di soffocamento, ripeto non so se è collegato tutto ma ho sempre pensato fosse dovuto a un modo di respirare sbagliato, tanto che facendo un pò di attenzione la situazione è un pò migliorata ance se non di tanto), ogni tanto inoltre quando faccio stretching ho giramenti di testa (non è poi così raro, anzi..) . ma per il resto non ho mai avuto handicap dovuti a problemi di cuore o tachicardia. Lei che mi consiglia? è tutto frutto della mia immaginazione, non è niente di grave o devo prendere provvedimenti?
la ringrazio in anticipo per la risposta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
per come descrive i suoi sintomi, essi sembrano di natura francamente ansiogena più che effettivamente cardiaca. Ne parli anche al curante se permangono dubbi.
Saluti