Utente 790XXX
Buongiorno, ho 39 anni, in cura con norvasc 10 per ipertensione e eutirox 50-75 per gozzo nodulare.
Ieri sono stato oggetto di un episodio che mi ha un pò preoccupato.
Ho fatto una scalinata abbastanza ripida e faticosa, ma a passo normalissimo; arrivato in cima ho avuto un forte senso di affaticamento, affanno e tachicardia.
Inoltre avvertivo un senso di tremore alle gambe, che mi dava anche una certa instabilità, oltre ad un po di tensione facciale (naso in particolare); anche una copiosa sudorazione, anche se non era certo una giornata fresca.
Ho cercato di rilassarmi e di respirare profoindamente; il senso di malessere è andato avanti per circa un paio d'ora, dopo è pian piano regredito, seppur lasciandomi un senso di spossatezza.
Non ho avvertito dolori toracici o in altre parti del corpo, solo una lieve forma di reflusso, ma li con i problemi alla cervicale a vado un po in confusione.
Da evidenziare che la scalinata era stata fatta anche qualche ora prima senza alcvun problema.
faccio presente che negli ultimi 5-6 mesi ho fatto (per routine) visita cardiologica+ecg, holter ecg 24 ore, ecocardio, test ergometrico.
Tutto sostanzialmente nella norma secondo i referti, segnalando comunque un lieve prolasso valvola mitrale all'ecocardio ed una pausa notturna all'holter 24 ore (con frequenza notturna a 37).
Alle analisi l'ft4 un po ballerino, ma di scarsa rilevanza secondo l'endocrinologo; alle catecolamine la dopamina leggermente alterata, ma anche qui il medico ha detto che non è un risultato rilevante.
Ho alcuni chili di troppo, 10-12 circa, e ultimamente conduco una vita un po sedentaria;ho fatto molto sport in passato,che tra l'altro si evidenzia (secondo il medico) anche al test ergo, ma adesso conduco una vita alquanto sedentaria. Inoltre, per una forma di stress, mi è stato prescritto lexotan a bisogno.
Se può servire, soffro anche di protrusioni discali cervicali e lombare.
Vorrei un vostro cortese parere in merito; fermo restando che domani andrò comunque dal mio medico.
vi ringrazio
saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il fatto che abbia eseguito molti esami cardiologici risultati tutti negativi e' del tutto confortante.
Il farmaco piu' idoneo ad un paziente in trattamento con Eutirox non e' proprio l'amlodipina (Norvasc) ma semmai un beta bloccante. L'amlodipina, infatti, pur essendo un eccezionale anti ipertensivo, stimola la tachicardia riflessa, di solito gia' indotta dalla levo tiroxina.
Ne parli con il suo cardiologo
Cordialmente
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 790XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio molto Dottore.
Presso il centro per l'ipertensione dove sono in cura, a roma, alcune settimane fa mi era stat cambiata la terapia con aprovel 150 due volte al dì ogni 12 ore.
Inoltre, per la pausa notturna e per la valvola mitrale, lo stesso centro mi aveva inviato a visita cardiologica ambutoriale, dove il cardiologo ha manifestato perplessità sul cambio di terapia, suggerendo di non farla, cosa che il centro ha poi fatto confermando il norvasc.
Per il resto, non ha segnalato anomalie.
pensa che debb avere comunque sempre lo stesso cardiologo?
un saluto e ancora grazie per ogni altro suggerimento
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Comprendera' che chi conosce meglio il suo caso, ha sotto mano il suo eco, la puo' auscultare, la puo' visitare abbia piu' chances di me di prescriverle una terapia idonea.
Sarebbe quiondi presuntuoso da parte mia, oltre che sciocco , prescriverle terapie.
Ritengo comunque che sia opportuno che lei si affidi alle cure di un solo cardiologo
Cordialmente
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#4] dopo  
Utente 790XXX

Iscritto dal 2008
E' stato chiarissimo Dottore, comprendo perfettamente i limiti di una diagnosi a distanza.
Sempre se può, avrei piacere se lei rispondesse alla mail privata che le ho inviato.
saluti e grazie ancora.
[#5] dopo  
Utente 790XXX

Iscritto dal 2008
Effettuata visita cardiologica con ecg ed ecocardio, tutto nella norma. Il cardiologo mi ha consigliato di ripetere, senza urgenza, il test sotto sforzo, seppur effettuato a marzo scorso.
Per la cura farmacologica mi anche detto di effettuare alcuni test ematici come gli elettroliti e poi di pensare al canbio terapia, cdi concerto col centro che mi segue.
L'aprovel(suggerita dal centro ipertensione al posto del norvasc) gli sembra una buona soluzione.
Un suo parere dottore?
saluti
[#6] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
L Aprovel è un sartano, uno dei tanti farmaci impiegati nell ipertensione. Al contrario dell amlodipina non induce tachicardia riflessa, ma non ha effetto , come invece i beta bloccanti fanno, sulla tachicardia indotta dalla tiroxina. In altre parole, è neutro sulla frequenza cardiaca.
Arrivederci
Cecchini