Utente 262XXX
Salve,
premetto che sono nuovo e ho molta fede in questo forum perché avete sempre risposto, nel limite del possibile, a tutte le domande.
Veniamo al dunque da circa 2/3 mesi ho un dolore al polso (lato ulnare) ho fatto RX e il referto diceva " limitata osteoporosi " ,che ne il medico ne l'ortopedico hanno visto, allora il medico "di famiglia" mi ha prescritto una cura con DOLAUT SPRAY 3 volte al dì per sospetta infiammazione ma niente, quindi mi sono recato dall'ortopedico che mi ha notato lo scafolunare leggermente aperto (dovuto alla caduta di 2 anni fa che mi ha procurato una frattura meta-epifisaria distale del radio trattata conservativamente) cosi ha prescritto RMN senza mezzo di contrasto ma non ha evidenziato niente così a prescritto 30 gg di immobilizzazione con tutore ma il dolore persisteva allora mi sono recato da uno specialista della chirurgia della mano che una volta elencati i sintomi e do po un paio di test ha eseguito la sua diagnosi (che mi ha dato per certa al 90/95% perche i test sono positivi) "sospetta lesione fibrocartilagine triangolare" mi ha consigliato artroscopia e in caso di lesione l'avrebbe "riaggiustata" (passatemi il termine) subito nello stesso intervento.
dunque io avrei qualche domanda:
-il chirurgo mi ha detto che ci vogliono almeno 4/6 sett. di gesso +riabilitazione e che non posso più suonare la chitarra per almeno 6 mesi è giusta come tempistica?(troppo poco tempo/troppo tempo/ok?)
-il dolore è elevato?
-è possibile farla in anestesia loco regionale?
-tempo di durata intervento (ca.)?

mi scuso se mi sono dilungato ma leggendo le altre domande ho notato che chiedete tutto nei minimi dettagli.
grazie in anticipo per le risposte
Cordiali saluti Mattia

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile signore,

l'intervento puo' essere eseguito con anestesia plessica (ascellare).

La durata e' variabile, in quanto dipende da quello che il chirurgo trova e dalle difficolta' eventuali nel riparare il danno.

Anche sui tempi di riabilitazione, molto dipende dal programma riabilitativo, dalla sua motivazione, dalla sua collaborazione, dalla sua soglia del dolore, ecc.

Buona giornata.
[#2] dopo  
Utente 262XXX

Iscritto dal 2012
grazie per la sua VELOCISSIMA risposta!
generalmente i tempi di recupero sono quelli scritti da me sopra?(più o meno ovvio)

[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Si, in media sono quelli.