Utente 256XXX
Buongiorno Dottori,

mi presento: ho 28 anni, 1,65 per 60 kg, recenti analisi sangue e urine perfette, pressione mediamente sui 110-120/50-60, vita attiva, alimentazione sana e controllata (sto molto attento ai grassi, astemio, agli eccessi in generale), blanda attività fisica durante il weekend.

colesterolo 190, hdl 51, trigliceridi 100, blando fumatore (3-4 sigarette al giorno)

a parte il poco fumo, sembrerebbe un quadro di salute ottimale.


ma vengo al punto: mi sono accorto per caso di avere le pulsazioni alte, e da qualche periodo non definito accuso stanchezza (ma mai malessere, nemmeno sotto sforzo, solo un pò di stanchezza, ma che mi permette di "stare in piedi dignitosamente", quindi penso sia imputabile a questo caldo inumano).

a riposo (sveglio da 10 minuti, ancora sdraiato): 55-65 pulsazioni

sveglio da poco, in posizione eretta: 75

durante la giornata lavorativa sia in piedi che seduto(e durante i pasti): da 70 a 85

dopo una corsetta, o un piccolo sforzo, tipo fare 3 rampe scale: da 120 a 140


leggendo su internet ho potuto apprezzare che le mie pulsazioni sono decisamente alte, mi sembra di capire che a riposo sia ottimale una frequenza sui 50 (io vado da 55 a 65), e che non sia normale che passino da tale frequenza a circa 75-80 passando da sdraiato alla posizione eretta.


così contro la volontà del medico di base mi sono fatto prescrivere un'ecg basale, che fortunatamente è avvenuto durante una crisi tachicardica (avevo circa 103 pulsazioni, ma avevo la febbre quel giorno, non so se possa essere connesso).

referto: tracciato ecg normale, leggera tachicardia sinusale (103 bpm)

ho spiegato tutto al cardiologo (tutto ciò che sto spiegando a voi) che mi ha rassicurato che va tutto bene.
non che non mi fidi, ma è stato piuttosto sbrigativo


adesso io non so se le mie pulsazioni siano così alte per stress (ammetto di essere un po' ipocondriaco e non prendo un giorno di ferie da 3 anni), o se ho realmente un problema.

mentre scrivo in questo momento i battiti sono 85

chiedo semplicemente un consulto (per quanto possa essere utile a distanza), se vi sia un reale problema, o se forse dovrei smettere di usare il cardiofrequenzimetro ogni 10 minuti.... (le recenti morti in campo di giocatori mi hanno letteralmente shockato).

grazie



Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La frequenza cardiaca che eli riporta, nelle varie occasioni, e' perfettamente normale.
Riuscisse ad eliminare anche quello poche sigarette....
Arrivederci
cecchini
[#2] dopo  
Utente 256XXX

Iscritto dal 2012
Buongiorno Dottor Cecchini, la ringrazio molto per il celere riscontro.

si, ammetto che quello del fumo (per quanto mi riguarda), più che un vizio, è un vero e proprio sfizio...

sto cercando di eliminarlo, ad oggi ne ho fumate solo due...

non avevo mai fatto caso alla mia frequenza cardiaca, non mi aveva mai nemmeno sfiorato il pensiero.

tutto è nato quando ho visto in diretta gli attacchi a fabrice muamba e morosini: sono stati uno shock per me, che sono stato un calciatore, e che ogni tanto amatorialmente si diletta in qualche partita.

così, forse anche un pò per somatizzazione ansiosa, ho cominciato a controlalrmi spesso e dar molto peso a ogni segnale del mio corpo...


In ogni caso la ringrazio molto, farò lo sforzo di seguire il suo consiglio e cercherò di essere meno ansioso.

Con infinita stima,

Arrivederci