Utente 263XXX
Buon giorno, sono uno studente di Medicina dell ' università di Parma. Volevo porrei in questione una serie di dubbi:

CIRCA 9 MESI FA, AVVERTO IMPROVVISAMENTE DURANTE UNA SALITA MOLTO RIPIDA: - Dispnea
- Tachicardia sinusale 140 bpm
- Senso oppressione torace
- vertigini soggettive

Mi reco al P.S : - ECG nella norma
- Paziente orientato e tachicardico
- esami biochimici nella norma
- consulenza cardiologica: ecocardio nella norma
TERAPIA: 10 gocce di Lexotan al bisogno.

I problemi però non cessano di presentarsi, soprattutto a seguito di SFORZI FISICI, così mi reco da un cardiologo privatamente e svolgo:

- Emocromo completo, nella norma
- ecg,nella norma ( bbd focale )
- ecocardio a 130 battiti nella norma
- holter 24 ore nella norma
- Test da sforzo nella norma

Ad oggi i miei problemi sembrano peggiorare in modo continuo. Tutti i medici parlano di uno stato ansioso, INSOMMA IO POSSO PURE CAPIRE CHE SE
- esami obiettivi
- esami strumentali
sono nella norma, tutto potrebbe corrispondere ad uno stato ansioso, ma NON PER FORZA. Insomma io non sono per nulla ansioso, capita di:

- vedere un fim: dolore toracico irradiato alla schiena che non cessa per un ora
-giro in bicicletta: dolore toracico irradiato alla schiena
- corsa: dolore toracico che non se ne va per un ora.

Ora mi chiedo gli esami che ho eseguito sono sicuramente ATTENDIBILI, ma il problema persiste.
Ho consultato anche in internista di fama nazionale ma non ha saputo risolvere questo problema.
Io sono bene che la medicina non arriva ovunque, ma come CAVOLO è possibile che io alla splendida età di 22 anni debba convivere con questo dolore che porta solo angoscia e stato di malessere??
Insomma io con questo dolore non posso vivere, mi demoralizza e mi uccide la giornata, mmm NEVRALGIA?? mmm e dura un anno??

Vi prego COSA POSSO FARE!!!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Il fatto che lei abbia dolori toracici non significa che il cuore ne èmatematicamente responsabile. La negatività dei test che ha eseguito e il tipo di dolore escludono la causa cardiaca. Questo significa quindi solo che il cuore non è responsabile dei suoi disturbi e non che essinon abbiano una causa. Sembrano effettivamente dolori di tipo nevralgico o da risentimento muscolare, assolutamente non preoccupanti.
Cordialità