Utente 263XXX
Salve a tutti. Mi chiamo Lorenzo e ho 18 anni ( li farò tra meno di un mese, perciò ho cambiato l'anno di nascita per registrarmi, non credo sia un problema dato che manca pochissimo ).
Fin da quando avevo 13/14 anni ho sempre notato delle differenze tra me e i miei amici, cosa che potevo constatare dato che ho giocato per 3 anni in una squadra di calcio. I "problemi", se così si possono chiamare, sono due:
Il primo riguarda la lunghezza. A me non interessa avere un pene oltre la norma, ma neanche più piccolo degli altri. Come ho già detto, ho sempre notato questa differenza, che peggiorava col passare del tempo. Ora ho un pene non eretto di circa 7cm, eretto di 12/13 cm. Guardando su internet ho letto che le misure sono nella norma ( questa cosa confermatela voi per favore ). Però poi mi chiedo: Allora i miei amici, TUTTI, sono superdotati? Mi sembra strano..
All'inizio pensai ad uno sviluppo lento, dato che ho 18 anni e anche la peluria è molto diversa dagli altri amici ( non ho neanche un filo di barba, solo qualche baffetto ). Ma questa ipotesi la scartai successivamente perché altri, che come me hanno, diciamo, "uno sviluppo minore riguardante la peluria", hanno comunque il pene normale.
Il secondo problema credo sia più grave. Ho sempre trovato difficoltà a scoprire il glande. Il massimo che riesco ad ottenere è la terza immagine che potete vedere a questo link: http://it.wikipedia.org/wiki/File:A_Foreskin_Retraction_Series.JPG
Oltre questo punto, inizia a farmi male e non voglio fare qualche guaio perciò non vado mai oltre. Però c'è da dire che quando ebbi il mio primo rapporto sessuale, alla fine notai che il glande si era scoperto molto più di prima. Però, quella è stata l'unica volta ( ovviamente nei giorni successivi anche con la masturbazione riuscivo ad arrivare oltre al solito stadio ). Poi appena ho smesso di farlo è tornato tutto come prima. La cosa più grave è che ora quando ho un rapporto sessuale, sento un dolore come se si stesse scoprendo, ma se vado a controllare, invece, noto che è tutto normale. Ho pensato che forse poteva essere un problema di continuità, cioè che se non continuo con frequenza riparto da zero. Ma è mai possibile una cosa del genere? Non ho letto niente riguardo a questo, quindi ho scartato questa ipotesi, ma aspetto un vostro giudizio.
Ora mi sorge un dubbio. Dato che il mio pene non ha neanche una somiglianza con quello della foto,ma assomiglia più a quello dei miei amici 3/4 anni fa, ho pensato che forse non riesco a scoprirlo perché è ancora in fase di sviluppo, forse perché sono completamente in ritardo con lo sviluppo. Ripeto, paragonato ai miei amici, sembro uno di 13/14 anni, non 18.
Potrebbero essere problemi di sviluppo? In questo caso da chi devo rivolgermi per accertarlo?
Se invece non è un problema di sviluppo, da cosa possono dipendere le mie dimensioni e il mio problema nello scoprire il glande?
Aspetto vostre risposte.
Lorenzo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,il pene,vivaddio,varia da uomo ad uomo,sia in fase di riposo,legato alla temperatura,stress etc. che in stato di erezione,che,nel Suo caso,rientra nella norma della razza caucasica (la nostra).Va da se che il fatto che altri maschi abbiano (o sembrano avere) un pene più grande,che andrebbe valutato in erezione (cosa,credo,a Lei interdetta),non significa che il Suo pene sia piccolo...La scarsa peluria,non necessariamente,va correlata al disagio dell'ipogenitalismo latente.Onde evitare pericolosi condizionamenti ulteriori,che potrebbero inficiare in maniera significativa la futura vita sessuale,Le consiglio di consultare un esperto andrologo,in quanto il mancato scivolamento del prepuzio sul glande rappresenta una fenomeno malformativo che va chiarito e curato dopo una visione diretta e non seguendo il modello telematico da Lei propostoci...Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro giovane lettore,

la sua descrizione della classica "sindrome da spogliatoio" legata alle dimensioni del pene è molto precisa e sentita centinaia di volte da molti giovani.
dalla sua decrizione il suo pene è di dimensioni assolutamente normali. Cerchi di avere il giudizio delle donne e non quello degli uomini con cui si spoglia in palestra.
lei descrive una situazione di probabile fimosi, restringimento, del prepuzio che non consente lo scorrrrimento sul glande in erezione
si faccia vedere da uno specialista andrologo e affronti tranquillamente la circoncisione ( magari dopo le vacanze)
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 263XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille per le risposte e per i consigli. Siete stati gentilissimi a rispondere in così breve tempo. Appena prenderò un po' di coraggio andrò da qualche andrologo per farmi visitare.
Saluti.
Lorenzo
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

oltre alle corrette indicazioni già ricevute dai colleghi che mi hanno preceduto, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo particolare tema andrologico, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/202-misure-pene.html .

Un cordiale saluto.