Utente 263XXX
Sono un ragazzo di 24 anni e da circa 1 anno ho un problema che
comincia a diventare serio a tal punto da provocare dolori importanti.
Durante l'erezione il pene non ha alcuna flessibilità, non riesco a
"fletterlo" e mi provoca dolori sia alla base che nella parte
cavernosa: ciò compromette a volte anche la possibilità serena di
proseguire l'atto sessuale. Ho sempre avuto questa "anomalia", ma
ultimamente l'intensità è aumentata ed ora devo affrontare il
problema!
Cerco di spiegare meglio a parole ciò che avverto: é come se avessi un
laccio emostatico alla base che mi da la sensazione di dolore e
formicolio a tutto il pene, e alla base stessa una sorta di tensione:
in effetti il pene sviluppa tutta la sua erezione verso l'alto,
rimanendo in un qualche modo attaccato alla pancia...
Da cosa potrebbe derivare questo problema? il nervo sospensorio?
Ovviamente non voglio darmi già una risposta, facendo un quadro
clinico per questo chiedo un aiuto.
Attualmente non mi trovo in Italia e non rientrerò in breve periodo:
sono a Londra e pensavo di rivolgermi ad una struttura qui...

Ringrazio anticipatamente per la cortese risposta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la sintomatologia riferita non è molto chiara,considerando che,a Suo dire,il problema è comparso in un secondo momento.Potrei pensare ad un fenomeno infiammatorio a carico dei corpi cavernosi,magari post traumatico ma è chiaro che è solo un'ipotesi che va verificata sul campo.A naso,attenderei il rientro in Italia per consultar un esperto andrologo.Ci aggiorni in merito.Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,


non conosco nessuna mlattia che possa determinare un incurvamento doloroso dell'asta verso l'alto.
In genere si tratta di problemi congeniti che si rendono evidenti in occasione di rapporti sessuali,magari non perfettamente soddisfacenti.
Chieda una visita urologica se è preoccupato
cari saluti
[#3] dopo  
Dr. Antoncarlo Pau
28% attività
0% attualità
0% socialità
CAGLIARI (CA)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2012
I sintomi potrebbero ascriversi in via del tutto ipotetica ovviamente, ad una induratio penis plastica, cioé ad una possibile Malattia di de la Peyronie. Sarebbe utile praticare una ecografia peniena e c.d. basale e dopo erezione indotta, allo scopo di valutare eventuali placche sul dorso del pene che potrebbero giustificare l'incurvamento durante l'erezione. Certamente comunque l'età non è caratteristica di detta patologia, anamnesticamente sarebbe interessante sapere se ha avuto traumi penieni o del bacino/perineo negli ultimi mesi, o se abbia fatto uso di farmaci per la disfunzione erettile a scopo ludico, o se abbia disturbi della minzione. Confermo certamente la necessità di una visita urologica.
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

oltre alle corrette indicazioni già ricevute dai colleghi che mi hanno preceduto, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo problema, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/227-pene-curvo-valuta-fa.html.

Un cordiale saluto.