Utente 259XXX
Buongiorno
voglio sottoporvi una questione un po' particolare ed imbarazzante... Sto con un ragazzo di 27 anni, vergine come me. Il mio scorso ragazzo era il primo ragazzo che vedevo senza veli, per cui pensavo che le caratteristiche del suo membro maschile e la durata della sua erezione fossero normali, nel senso che pensavo che tutti avessero queste sue stesse caratteristiche.
Col mio attuale ragazzo ho scoperto che mi sbagliavo, perchè ha dei genitali più piccoli come dimensione e si comporta in modo strano durante l'erezione.
Vi spiego meglio.
Il mio ragazzo precedente aveva l'organo sessuale che mantenteva l'erezione... Nel senso che anche se durante la masturbazione calva un po' il desiderio, magari perchè ci si distraeva, l'erezione la perdeva gradualmente, per poi riprenderla quasi subito.
Con il mio attuale ragazzo invece, non solo mi sono accorta che il suo membro è più piccolo, ma durante la masturbazione impiega più tempo per raggiungere l'erezione per antonomasia e se ci si deconcentra, la perde repentinamente, le dimensioni del membro si riducono subito, come la turgidità, per poi riprenderla gradualmente.
Una cosa che ho notato è che il mio ex "durava meno" mentre l'attuale di più, in termini di erezione.
Non avendo avuto esperienze sessuali complete, mi chiedo se il "problema" sia imputabile al mio ex ragazzo o se invece quello "anormale" sia il mio attuale ragazzo.
Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Cara signorina,
le dimensioni c' entrano nulla con la repentyinità della perdita erettiva, solleciti il ragazzo farsi vedere da esperto collega, che tale problema può avere cause psicologiche, ornmonali, circolatorie ecc... . Quanto alle dimensioni ci sonbo i ragazzi alti e quelli bassetti, ma vanno bene tutti se amati.
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

oltre alle corrette indicazioni ricevute dal collega Cavallini, che mi ha preceduto, se desidera poi avere altre informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sempre sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-trattamento-disfunzione-erettile-de.html .

Un cordiale saluto.