Utente 263XXX
Salve,sono una ragazza di 27 anni. Mi rivolgo a voi perchè non so più come venire a capo da questa situazione. E' esattamente da Dicembre che ho un dolore PERSISTENTE e CRONICO nella fascia destra addominale esattamente all'altezza del retto douglas. Mi sono recata in pronto soccorso per sospetta appendicite ma il quadro era incerto, l'addome dolorante ma trattabile, le analisi del sangue ed emocromo nella norma tranne per un marcatore ca19,9 a 56, visita ginecologica nessun problema particolare che potesse giustificare il dolore. L'ecografo disse che c'era del liquido attorno all'appendice e un calcolo allla colicisti. Premetto che ho le mestruazioni molto irregolari (tre/sei mesi di ritardo). Dimessa sono ritornata dopo qualche giorno per la persistenza del dolore,ma ancora esami nella norma, visita chirurgica con esito addome trattabile, aria nel colon e poi dimessa. Durante il mese di gennaio ho eseguito diverse visite tra cui visita dal medico di base ed ecografia che ha riscontrato solo la coliciste contratta ed un angioma in essa. Ma non si vedeva l'appendice. Dopo un mese (ora sono esattamente 8 mesi che vado avanti con questo dolore) mi reco in ospedale al pronto soccorso in quanto peggioramento della situazione. Sempre dolore costante localizzato ma anche male all'ingine e alla gamba. Analisi del sangue nella norma, gastrenterologo dice che ho la coliciste contratta ma che comunque non giustifica quel dolore, mi viene diagnosticata una pubalgia, mi rifanno fare la visita ginecologica che non trova nulla che possa causare il dolore. Mi dicono che l'addome è trattabile (IL DOLORE è INTERNO e costante non è fortissimo alla palpazione). Mi fanno fare una tac con mezzo di contrasto. L'esito non rivela nulla di anomalo tranne falda liquida libera nel Douglas (dove ho il dolore!).sto prendendo da due mesi la pillola yasmine per regolarizzare il ciclo,il dolore e' sempre costante e persistente non riesco a camminare per piu' di 10 minuti,ho dolore dopo i rapporti sessuali sempre inguine e interno coscia.Eseguita risonanza pelvica per endometriosi con esito negativo.Puo' essere l'appendice la causa di tutto?Magari cronica?cosa devo fare per uscire da questo calvario?
grazie..

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
dando per scontato che siano stati eseguiti accertamenti a carico degli annessi, la persistenza dei sintomi, la presenza di falda fluida nella pelvi e l'alterazione dei marcatori potrebbero indicare una colonscopia e, se negativa, in seguito una laparoscopia diagnostico-terapeutica.
La mancata visualizzazione dell'appendice e la mancanza di alterazioni ematochimiche non sono sufficienti ad escludere una appendicopatia. I sintomi riferiti non indirizzerebbero alla colecisti e il reperto di litiasi sembrerebbe solo occasionale.