Utente 193XXX
Mia madre 86enne ha riscontrato nelle ultime analisi del sangue i seguenti valori alterati:
creatininemia (metodo jaffè)....1,05 valori nella norma da 0,50 a 1,00
azotemia............ 59 valori nella norma fino a 55
uricemia..............6,37 valori nella norma fino a 5,7
protidemia totale...6,2 valori nella norma da 6,4 fino a 8,5
Sodio e potassio nella norma.
Non è diabetica e tutte la altre analisi di routine sono nella norma (colesterolo, trigliceridi, transaminasi, glicemia). E' in terapia ipertensiva (Lobivon e Viapress) e la sua pressione è ben controllata (130/70).
Purtroppo da svariati anni soffre di vasculite alle gambe inferiori ben curata con il bentelan da 0,5 a giorni alterni, ma la scorsa estate è intervenuta un'arterite temporale ed ora è sotto terapia di deltacortene da 5 mg. al dì.
E' una situazione preoccupante? La sua insufficienza renale è seria o controllabile
con un regime alimentare specifico? Non so cosa pensare e in questo periodo i suoi medici curanti sono tutti irreperibili. Come mi devo comportare nell'immediato e appena possibile dovrò recarmi da un nefrologo? Grazie in anticipo per la risposta.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Se i dti che lei riporta sono corretti , la Signora non ha alcuna insufficienza renale, anzi, ha una funzione renale normale.
E' fondamentale che la paziente beva abbondantemente acqua, dal momento che il modesto incremnento dell'azotemia e dell'uricemia sono segni di una modesta disidratazione
Cordialita'
cecchini