Utente 259XXX
Vorrei un consulto per quanto riguarda un problema che va avanti da ormai 3 anni.
Tre anni fa mi è stata diagnosticata una grave rinite vasomotoria ed ipertrofia dei turbinati. Mi sono stati eseguiti due volte i test allergici (prick test). La prima volta risultai debolmente positiva alla graminacee,erba canina mentre la seconda volta il risultato fu completamente negativo. E' stato eseguito anche un prelievo citologico con il seguente risultato "nel preparato citologico si apprezzanno cellule ciliate, cellule mucipare e granulociiti neutrofili in modesta quantità, Non si apprezzano granulociti eosnofili nè mastociti". La terapia a base di antistaminici per os e cortisoni topici regredivano solo parzialmente la rinite con rinorrea pertanto avendo anche una deviazione settale destro convessa sono stata sottoposta ad intervento chirurigico di "correzione funzionale delle cavità nasali e decongestione chirurgica dei turbinati". Nonostante l'intervento ho comunque una rinite importante con starnutazione mattutina a mio avviso eccessiva (10/15 stanuti consecutivi). Mi è stato ripetuto dopo l'intervento e quindi dopo la ricomparsa della rinite e starnutazione il prelievo citologico ed ha dato lo stesso esito sopra riportato. Ora ho ripreso la terapia a base di antistaminici.
Vorrei un vostro parere sull'esito del prelievo citologico e dei prick test, in quanto non capisco come è possibile essere non allergici a nulla ed allo stesso tempo avere un aiuto concreto con l'uso di antistaminici. E se esistono altri accertamenti da fare oltre ai prick test per capire se anzichè essere una rinite vasomoria è invece allergica.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Paolo Fancello
24% attività
8% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
La citologia nasale nel suo caso e' estremamente chiara, ed essendo
Presenti dei neutrofili e non degli eosinofili e' difficile che sia una forma
allergica. Il reperto e' tipico della rinopatia del nuotatore o di chi e'
Esposto a base temperature, per l'infiltrato neutrofilo. Può essere
Una forma mista neutrofila e vasomotoria data la caratteristica clinica.
Ripetere i test allergologici sia su cute (prick) che su sangue (Rast)
Può essere utile, ma senza accanimento per i motivi su scritti .
Per la terapia consiglierei oltre cicli con steroidi inalatori spray, dei
Lavaggi con soluzioni saline fino a 4 volte al di, mentre non userei
Gli antistaminici per quanto ha riferito sull'esame istologico.